RO – DANIELA SIMONI (GENTE DI RIVA DEL PO) FA L’ELENCO DELLE “OCCASIONI MANCATE” DA PARTE DELLA GIUNTA ZAMBONI: DALLA GOLENA DI RO ALLA PORTA DEL DELTA – UN LUNGO ELENCO DI INEFFICIENZE E DI COSTOSE INIZIATIVE

Ro – Per la consigliera comunale del gruppo Gente di Riva del Po Daniela Simoni il tentativo di recupero delle zone recettiva comunali, quelle di via Dazio in zona golenale a Ro e a La Porta del Delta a Serravalle, da parte della Giunta Zamboni, è solo un bluff, ossia un goffo tentativo che fino ad oggi ha portato ad un nulla di fatto.

“Il Bicigrill, la struttura golenale a palafitta, è la sola struttura legittimamente realizzata come da progetto finanziato con i fondi regionali del cd. Ob2 che, dal 2005 (anno di inaugurazione) fino alla burrascosa dipartita degli ultimi gestori (Vento di Supa), è stata utilizzata prima come piccolo punto ristoro (bar) e poi appunto come Bicigrill ovvero riferimento dei ciclisti in transito sulla ciclabile Destra Po – inizia così il commento di Daniela Simoni, con chiaro riferimento che il resto delle strutture qui presenti non hanno mai avuto una denuncia Catastale e quindi non risultano legalmente costruite – Il fallimento, lo dico mio malgrado, è stato su tutta la linea. Ma ci sta. Errare humanum est. Il vero problema è quando si persevera nell’errore stanziando risorse pubbliche (cioè denaro dei contribuenti) in un progetto che nasce già fallato”.

È di questo giorni la conferma dell’investimento di 95mila euro da parte della Giunta Zamboni per il recupero e rilancio del Bicigrill, nella zona recettiva di Ro, dopo che un primo progetto aveva previsto un investimento di 60mila euro: una revisione di spesa causata dall’aumento del costo delle materie prime.

“A mio modesto parere – riprende Simoni – la paventata riqualificazione delle aree golenali del nostro territorio tarda a palesarsi. E purtroppo non solo quella: corpose le cifre stanziate nei più disparati capitoli di bilancio dell’ente, tanti gli architetti incaricati, ma veramente poche le opere ad oggi realizzate”.

È stato incaricato dalla Giunta Zamboni un architetto per valutare il recupero di tutta l’area golenale di via Dazio. Va poi ricordato l’investimento di 165mila euro per il recupero dell’area camper, sempre in golena a Ro, mentre in standby si trova il Mulino sul Po, da mesi zatterato in cantiere a Cavanella Po ed in attesa di essere riparato (nessun preventivo spesa è stato fin ora annunciato), mentre del Vento di Supa non se ne parla più da tempo: inagibile fin dalla piena del Po del 30 novembre del 2019 per cedimento strutturale non si vede altro che una demolizione e scomparsa definitiva.

Per ultimo è non ultimo il ristorante la Porta del Delta, inserito nell’omonima zona golenale a Serravalle, cantiere aperto da tempo ed ancora da terminare (chiusura cantiere prevista per novembre scorso), con una variante al progetto iniziale varata da pochi giorni ed una spesa complessiva di circa 100mila euro.

“Mi sovvengono i giardini del municipio di Ro, il parcheggio coperto di quello di Berra, qualche toppa di asfalto e poco più”.

È l’elenco di Daniela Simoni di cose fatte da parte della Giunta Zamboni fin dall’inizio del suo mandato.

(d.m.b.)

Hits: 125

Condividi: