BERRA – ANCHE QUEST’ANNO NIENTE MERITO ROSA, MERITO AZZURRO NE’ BORSE DI STUDIO – ANCHE L’ANNO SCORSO, PER CAUSA DELLA FUSIONE, NIENTE SOLDI AGLI STUDENTI MERITEVOLI – QUEST’ANNO C’E’ IL VIRUS E QUINDI…

LA PREMIAZIONE DEL 2012

Berra – Quest’anno niente merito rosa, niente merito azzurro, niente borse di studio per studenti meritevoli. A dire il vero anche l’anno scorso non si è fatto nulla ma la fusione dei due comuni, Ro e Berra, e il periodo di commissariamento ha congelato un po’ tutto.

Queste erano iniziative che facevano capo all’ex comune di Berra ed istituite dall’assessorato alle Pari Opportunità. Un genitore ha fatto rilevare pubblicamente che: “Prima della fusione il Comune di Berra ogni anno metteva a disposizione 5 borse di studio per gli studenti con la media voti più alta.

Questo importo non cambiava la vita, ma era una soddisfazione e un aiuto per i ragazzi che raggiungevano un certo obiettivo. Dopo la fusione è scomparsa questa buona pratica, ho provato anche a sentire l’assessore ma non c’è stato nessun movimento sulla questione.

Allora io chiedo: ma ancora di più in un momento del genere, dove i ragazzi fanno del loro meglio da casa, in questo comune svantaggiato per tante cose, questa premialità sarebbe un segnale importante”.

E poi il genitore si rivolge al consigliere di minoranza Daniela Simoni. “Spero anche che Lei prenda a cuore questa cosa per dare speranza in questo momento che ne da poca”. Detto, fatto.

“Questo messaggio mi ha colpita molto – ha detto Daniela Simoni – e come intermediario/consigliere ho immediatamente girato la proposta al sindaco di Riva del Po. La risposta è stata nessuna risposta (per ora). Ma non sono solita demordere così facilmente”.

Ha risposto invece l’assessore Silvia Brandalesi. “Tengo a precisare che nessuno ha cancellato questa iniziativa. Stiamo vivendo un momento molto delicato, in cui l’Amministrazione sta lavorando su più fronti per dare risposte e servizi ai cittadini, seguendo le normative vigenti.

La Giunta sta valutando, discutendo e organizzando varie azioni da mettere in campo, alcune già approvate e le altre da attuare nel corso di questi mesi e dopo l’approvazione del Consuntivo, tenendo conto delle fasi emergenziali che stiamo attraversando e che attraverseremo”.

Quindi le borse di studio saranno riproposte ma, vista l’emergenza in corso, potrebbero cambiare le modalità.

(l.c.)

Hits: 152