lunedì, Luglio 15, 2024
News

BERRA – LA CONNESSIONE INTERNET VELOCE, PER ALCUNI, SEMBRA ANCORA UN SOGNO – SI CERCA UN INTESA OPEN FIBER/PROVINCIA PER LA POSA DELLA FIBRA OTTICA

Berra – Una rete di fibra ottica a sostegno delle zone più svantaggiate, un progetto partito dai comuni di Ro e Berra e concretizzato dopo la fusione in Riva del Po, per avere una connessione ultraveloce, rapida, sicura e a prova di futuro per tutti i cittadini e le imprese del comune, una realtà attesa da molti anni.

L’intervento, realizzato da OpenFIber, è di fondamentale importanza per questo territorio, poiché, portando la fibra nelle case,  azzerera completamente il digital divide che, in questi anni, ha limitato, non poco, l’attività di privati e imprese. Un investimento di portata storica per una zona rurale come questa, paragonabile solo all’arrivo del telefono nelle case. E dopo tutto, con diverse intoppi legati alla posa dei cavi, disagi e incomprensioni, il servizio è partito, ma le problematiche non sono finite.

Come ogni progetto che inizia sono ancora molte le cose da sistemare, perché non vanno nel verso giusto, come spiega l’assessore comunale ai lavori pubblici.

“Ultimamente in Comune stiamo ricevendo segnalazioni da parte di cittadini, residenti nel nostro comune, il cui collegamento necessita l’attraversamento stradale. Riferiscono di non riuscire ad ottenere il nulla osta allo scavo da parte dell’Amministrazione Provinciale. Abbiamo contattato Open Fiber, titolari della fibra, ed hanno confermato che la Provincia non accetta le profondità di scavo proposte. A questo punto gli uffici tecnici di Open Fiber e della Provincia di Ferrara sono al lavoro per trovare una rapida soluzione al problema.

Al momento però Open Fiber non può ancora dare una data certa di inizio lavori per chi si trova in questa situazione. Auspico – conclude l’assessore – che Open Fiber e Provincia di Ferrara possano giungere ad una soluzione positiva nel più breve tempo possibile; in caso contrario verrebbe meno il senso stesso dell’investimento in un territorio che non può e non deve rimanere confinato nel medioevo digitale.”

(d.m.b.)

Views: 90

Condividi: