RIVA DEL PO – PROBLEMI ANCHE SERI NEI CIMITERI DEL COMUNE – VANNO AVANTI LE DISCUSSIONI TRA LE PARTI POLITICHE IN CERCA DI SOLUZIONI – RIMANGONO FERMI I LAVORI DI COSTRUZIONE E DI MANUTENZIONE (GECIM?) – A “PATIRE” SONO I CITTADINI

Riva del Po – Si fa sempre più pungente la discussione politica sulla situazione dei cimiteri del territorio comunale di Riva del Po, un confronto che si sviluppa soprattutto sui social, condizione dettata dalla situazione emergenziale sanitaria in corso, ma per questo non meno aspra e combattuta.

Alla richiesta dei cittadini di Serravalle della costruzione di nuovi loculi – situazione nota da decenni – e la risposta immediata dell’assessore comunale Marco Pozzatili faremo“, interviene la consigliera di minoranza Daniela Simoni (Gente di Riva del Po).

“Lo stesso problema (quello della mancanza di loculi) si riscontra nel cimitero di Ruina – dice Simoni, che precisa – Mi duole contraddire l’assessore ma a me è stato riferito dagli addetti ai lavori che non c’è volontà di costruire nuovi loculi. Si punta sugli ossari e sulla sepoltura a terra”.

Una affermazione che non trova riscontro nell’assesore Pozzati, che interpellato ribadisce. “La costruzione di nuovi loculi è di competenza dei lavori pubblici – sottolinea l’assessore – le operazioni cimiteriali, volte a liberare spazio all’interno dei cimiteri, è di competenza della Gecim, che potrebbe risolvere il problema in breve termine”.

In quanto alle affermazioni della consigliera Pozzati dice: “È libera di dire quello che vuole, noi andiamo avanti per la nostra strada”.

E nella discussione si inseriscono anche altri cittadini, segnalando disagi e problemi. “In questi giorni diverse sono le segnalazioni di cittadini che denunciano la necessità urgente di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture murarie dei cimiteri del territorio comunale – a farsi portavoce è ancora una volta la consigliera Simoni – Condivido un particolare di non poco conto del Cimitero di Cologna: una colonna che è circoscritta in quanto pericolante già da molti mesi o forse sono diventati anni ormai.

Emblema del degrado e dell’indifferenza che colpiscono anche i luoghi sacri della memoria della nostra comunità. La richiesta è ancora una volta quella di un intervento celere e risolutivo”.

Non va dimenticato il problema del cimitero di Berra, dove infiltrazioni della pioggia ha fatto cadere calcinacci dal soffitto di un porticato: anche qui Gecim e amministrazione comunale sono al lavoro per risolvere il problema.

(d.m.b.)

Hits: 148

Condividi: