– Elezioni di Riva del Po – RIVA DEL PO, LE ELEZIONI SI TINGONO DI ROSA/NERO: DANIELA SIMONI DI “GENTE DI RIVA DEL PO” ACCUSATA DI SABOTARE LE DUE RUOTE…

Riva del Po. La campagna elettorale per le prossime elezioni amministrative è appena iniziata e già si tinge di rosa/nero. Un fatto increscioso che riguarda la candidata sindaco di “Gente di Riva del Po” Daniela Simoni, come lei stessa spiega.

“In queste ore sta circolando sul territorio roese una notizia infondata, inventata per instillare il dubbio e per gettare discredito sulla mia credibilità di candidata sindaco per il Comune di Riva del Po. Nel 2014 (candidata sindaco anche allora) ero stata accusata di aver rubato le ciliege da un fondo confinante la mia abitazione.

Quest’anno invece mi raccomando “Non votate la Simoni perché non apprezza la categoria dei centauri e, avendo preso in antipatia il referente di un’associazione locale, di certo impedirà ogni evento che si svolgerà su due ruote”.

Questa diceria è talmente ridicola, al pari di coloro che l’hanno fatta circolare, che meriterebbe di essere ignorata. In realtà mi offre la possibilità di fare alcune precisazioni e quindi le rendo merito e decido di non cestinarla.

Punto primo: io porto assoluto rispetto nei confronti di coloro che inseguono il loro sogno e la loro passione, soprattutto quando si tratta di ragazzi giovani che investono tempo e risorse per finalità ricreative, sportive ed aggregative.

Punto secondo: io ed il gruppo che rappresento  “Gente di Riva del Po” abbiamo deciso di monitorare con attenzione i contributi da destinare alle associazioni che svolgeranno iniziative sul territorio perché riteniamo che gli amministratori che ci hanno preceduto abbiano investito somme spropositate (fino ad euro 80.000,00 in un’unica annualità) senza alcuna ricaduta sociale, ma perseguendo solo scopi di fidelizzazione, ovvero un bacino di voti garantito (basta guardare gli attuali candidati consiglieri delle liste targate PD, esponenti di riguardo di Avis e di altre realtà associative).

Anteprima(si apre in una nuova scheda)

Si potrà contribuire in altre forme, mettendo per es. a disposizione degli spazi, degli ambienti o delle strutture comunali, abbonando la tassa di occupazione del suolo pubblico, coadiuvando nel disbrigo delle procedure amministrative. Questo in vista di un maggior intervento economico a sostegno della scuola e degli anziani in difficoltà.

Un buon amministratore, come ogni buon padre di famiglia, mette in ordine le priorità. Punto terzo: da sempre mal sopporto chi si fa scudo di battaglie civiche per ottenere visibilità e perseguire così scopi puramente personali. Sono convinta che il presidente di un’associazione locale sa per certo a cosa mi riferisco.

Punto ultimo: questa gratuita illazione mi ha permesso di recuperare ricordi relativi ad un mio recente passato quando, da passeggera, ho viaggiato l’Italia. La passione per la moto ha accompagnato momenti indimenticabili di libertà assoluta ed è stata superata solo da quella più grande per mio figlio che mi ha fatto appendere il casco al chiodo (spero momentaneamente).

Condivido uno scatto che le rappresenta entrambe ed assicuro gli elettori che da motociclista quale ancora mi ritengo sarò sempre favorevole alle iniziative a due ruote”.

(l.c.)

Hits: 30

Condividi: