martedì, Aprile 23, 2024
News

BERRA – MARTEDI’ SERA 13 DICEMBRE UN CANE INVESTITO ALL’ALTEZZA DEL LAVAGGIO AUTO E’ STATO PER FORTUNA SOCCORSO DAI PASSANTI – L’INVESTITORE NON SI E’ FERMATO MA IL CANE E’ STATO SALVATO GRAZIE ALL’INTERVENTO DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Berra – Un evento, di quelli che non si vorrebbe mai che succedessero e che martedì sera ha coinvolto, direttamente e indirettamente, l’intero paese di Berra.

A raccontare il fatto, perché testimone, è l’assessore comunale Marco Pozzati. “Stasera (appunto martedì), poco dopo le ore 17 in via postale a Berra, proprio in corrispondenza dell’ingresso all’area del bar e del lavaggio auto, una macchina ha investito un cane – racconta l’assessore – Ero con un amico, quando abbiamo visto il cane attraversare la strada all’improvviso e la macchina che non ha potuto evitarlo. L’impatto è stato impressionante e subito siamo accorsi in strada per capire se per l’animale c’era ancora speranza… Con un certo stupore per entrambi, vista la botta, l’animale era vivo.

Pietrificato probabilmente dal dolore ma vivo; così ho subito chiamato il comando della polizia municipale che mandato subito una pattuglia sul posto ed ha avvisato la lega del cane di Ferrara. Nel frattempo con alcuni passanti che si sono fermati abbiamo cercato di rallentare e deviare il traffico fino all’arrivo della polizia municipale.

Nel frattempo il cane, direi un setter con collare e microchip, ha tentato un paio di volte di rialzarsi ma senza successo. Un taglio profondo sulla parte superiore della bocca sul lato destro, ha lasciato due strisce di sangue sulla strada ma era ciò che non si vedeva che ci dava molta preoccupazione.

Un ragazzo ha contattato il veterinario locale ma non era presente ed ha suggerito di rivolgersi alla clinica di Ro. La polizia municipale dopo le dovute chiamate ha caricato in macchina l’animale e lo ha portato direttamente in clinica”.

Ma la cosa che più ha lasciato perplessità e rabbia è stato il comportamento dell’autista del veicolo investitore, che, dopo aver rallentato, ha nuovamente ripreso la marcia, come se nulla fosse accaduto.

“L’autista non ha certo fatto un bel gesto – dice ancora Pozzati – fermandosi a prestare il primo soccorso, come abbiamo fatto in molti di noi, sarebbe stato più “nobile”. Ho voluto raccontare questo episodio perché voglio dire grazie da cittadino e da amministratore a chi è stato con me in quei momenti ed ha dimostrato una grande sensibilità e compassione verso quella povera creatura cercando di deviare il traffico o di trovare qualcosa per proteggerlo o di fargli una carezza per non farlo sentire solo.

Voglio anche ringraziare gli agenti della polizia municipale che con grande cuore hanno deciso di anticipare i tempi e di trasportarlo direttamente in clinica. Da cittadino e da amministratore dico grazie a tutti per ciò che avete fatto oggi. Da cittadino e da amministratore devo però condannare il comportamento dell’investitore: molto probabilmente non avrebbe potuto evitarlo e gli incidenti purtroppo capitano. Credo che almeno fermarsi e fare con noi quel poco che abbiamo fatto sarebbe stato giusto e quanto meno doveroso”.

Il cane è stato trasportato presso la clinica veterinaria Marzola di Ro, dove i medici lo hanno preso in carico e prestato le cure del caso.

“Ho sentito la clinica veterinaria – spiega l’indomani del fatto l’assessore Pozzati – Per fortuna il cane sta meglio ed è anche dimissibile”.

Microcippato, il proprietario è stato subito rintracciato ed avvisato del fatto. Rimangono comunque alcuni dubbi sull’accaduto, perché uno dei soccorritori, poco prima dell’evento, ha visto il cane saltare una cancellata e fuggire di gran lena.

(d.m.b.)

Visits: 115

Condividi: