lunedì, Aprile 22, 2024
News

RO – ANCHE IL COMUNE DI RIVA DEL PO PARTECIPERA’ AL PROGETTO “IL PONTE DI CHIATTE SUL PO. STORIE E MEMORIE DI SOCIETA’, ECONOMIE E IDENTITA’ VENETE”

Ro – Anche il comune di Riva del Po parteciperà al progetto intitolato “Il ponte in chiatte sul Po. Storie e memorie di società, economie e identità venete”, che vede come capofila il Comune di Polesella, un accordo che prevede la partecipazione attiva del comune guidato dal sindaco Andrea Zamboni nelle iniziative che si andranno a programmare e svolgere.

Il ponte in chiatte sul Po tra Polesella e Ro Ferrarese ha rappresentato, tra fine ottocento e gli anni ottanta del novecento, uno degli snodi viari fondamentali per i collegamenti tra il Veneto e l’Emilia Romagna. Il ponte, caratteristico e affascinante come i manufatti che fisicamente facevano vivere l’acqua come elemento naturale del più grande fiume italiano, è stato anche il centro di percorsi sociali, economici e identitaria tra il Polesine e il basso Ferrarese.

Ha dato infatti corso a un’economia legata al passaggio e al transito di mezzi che attraversavano i paesi, è stato oggetto di rapporti politici e di regolamentazioni amministrative ed economiche tra i soggetti coinvolti (i comuni e le province), ha dato luogo a processi identitari con profondi riflessi sulle popolazioni, è stato inoltre oggetto di narrazione, di articoli, romanzi, trasposizioni cinematografiche.

Uno degli aspetti più interessanti del ponte è legato alle memorie che ha saputo imprimere: memorie di viaggio, di sport, di economia, di pesca, di immagine legata all’idrologia del fiume Po; immagini fotografiche che rendevano il ponte come un unicum per un ricordo, un passaggio, una o tante storie. Il percorso di studio e di ricerca, che spazia dagli ambiti storici, ingegneristici, etnografici e socio economici, prevede il recupero (e, se possibile, anche la digitalizzazione) della documentazione d’archivio concernente il Ponte, la raccolta di testimonianze anche videofilmate sul Ponte, le storie e le memorie connesse al manufatto, un convegno da realizzarsi a Polesella e la realizzazione di una pubblicazione.

Il progetto, oltre alla partecipazione dei due comuni, vedrà anche la collaborazione con alcune associazioni ed enti che fanno ricerca sul territorio, indispensabili punti di riferimento per il recupero di memorie e materiali. Per il progetto la Regione del Veneto ha assegnato al Comune di Polesella un contributo di 2.500 euro.

(d.m.b.)

Visits: 114

Condividi: