ARIANO POLESINE – “CATTURATI” DALLE FOTOTRAPPOLE DI ALESSANDRO MICHELETTI, ATTIVISTA WWF, UN TASSO E UN’ISTRICE – LE DUNE FOSSILI DI ARIANO SONO PIUTTOSTO ACCOGLIENTI PER LA FAUNA SELVATICA

Ariano Polesine – Stanno attirando curiosità e interesse il tasso e l’istrice “catturati” dalle fototrappole presso le dune fossili di Rosada nel comune di Ariano Polesine. 

I due mammiferi sono stati ripresi con una fototrappola posizionata da Alessandro Micheletti, attivista del WWF, nella località polesana sede di diversi interventi eseguiti da Veneto Agricoltura su progetti della Regione nel corso del 2020 e da poco conclusi. 

Si tratta di Sistemazioni forestali,  pulizia  e ripristino della sentieristica,  ripulitura  e diradamento, sistemazione delle aree adiacenti agli stagni presenti ed altro, un recupero che ha giovato un po’ a tutti.

Va segnalato che oggi, nonostante la pandemia, sono numerosi i visitatori che hanno ripreso a frequentarla, compresi gli amanti della fotografia attratti dalla ricca fauna selvatica che qui trova rifugio. Come, appunto, il tasso e l’istrice ripresi dalla fototrappola che in queste dune evidentemente hanno trovato il loro habitat ideale.

Sempre in provincia di Rovigo, Veneto Agricoltura sta operando altri interventi con le proprie maestranze forestali del Sistemazioni Idraulico Forestale (SIF OVEST Rovigo) su progetti della Regione. In particolare, in alcuni siti limitrofi alle dune di Rosada che compongono il cosiddetto sistema delle dune fossili venete, tra le quali anche le dune Fossili di Grillara.

(d.m.b.)

Hits: 114

Condividi: