giovedì, Giugno 13, 2024
News

BERRA – I “RAGAZZACCI DEL CAMPETTO” MANDANO UNA LETTERA AL SINDACO METTENDO A NUDO LE “RESPONSABILITA'” DELL’AMMINISTRAZIONE – DANIELA SIMONI SE NE FA PORTAVOCE E IL SINDACO “STA ESAMINANDO” LA RICHIESTA – COME FINIRA’?

Berra – Una lettera a firma “I ragazzacci del campetto”, un gruppo di giovani e adolescenti dai 12 ai 15 anni, è stata recapitata in questi giorni al sindaco di Riva del Po Andrea Zamboni.

“Signor Sindaco e membri del Consiglio, siamo un gruppo di ragazzi nati e cresciuti a Berra, che frequentano da qualche anno il campo della palestra. Quel campo è stato il nostro rifugio quando, nel 2020, non potevamo che stare all’aperto con la mascherina addosso e distanziati il più possibile.

In quell’estate abbiamo seguito le vostre regole, le regole di VOI grandi, siamo stati distanziati e abbiamo fatto l’unica cosa che potevamo, per non stare troppo vicini ma per stare insieme: siamo stati all’aperto a giocare a calcio. Di noi e del nostro campetto nessuno di VOI grandi in quel periodo si è interessato, le porte le abbiamo sempre sistemate noi, anche se stavano crollando, se le reti cadevano dalle strutture di ferro e le traverse si staccavano noi le sistemavamo. La “manutenzione” a quelle porte l’abbiamo fatta noi, alla “bell’e meglio” pur di poter giocare e stare insieme.

Adesso sono arrivati i vandali, si certo, ma non hanno trovato niente di buono da vandalizzare, non è la prima volta che vengono a distruggere e poi noi sistemiamo per quel poco che possiamo. Noi i sani principi li abbiamo, siamo un bel gruppetto di amici e di vedere il nostro paese al totale degrado da troppi anni fa male.

Siamo giovani e come tutti voi adulti, a volte, qualche cavolata l’abbiamo fatta, ma non siamo dei “ragazzacci”, noi al nostro piccolo paese ci teniamo. Siamo giovani e forse non ci ascolterete, ma Vi preghiamo di prendere in considerazione la nostra richiesta, vogliamo solo avere un punto dove ritrovarci e divertirci, non toglieteci anche questo, ci avete già tolto tanto”.

A consegnarla al sindaco, accompagnata da una interrogazione, è stata la consigliera di minoranza Daniela Simoni (Gente di Riva del Po), che si fa portavoce dei ragazzi e chiede al sindaco se è intenzionato a prendere in considerazione la richiesta e con quali tempi intende intervenire.

Si tratta del campetto che si trova di fianco alla palestra comunale di via Montessori, recintato ma accessibile a tutti ed in qualsiasi momento, un ampio appezzamento di proprietà dell’amministrazione comunale di Riva del Po, messo a disposizione della popolazione. Negli anni scorsi vi erano stati costruiti campi di Beach Tennis, dove sono stati organizzati tornei e rimasti in funzione per alcuni anni grazie alla manutenzione da parte di giovani volontari del paese, ed anche un campo di calcetto.

In passato la stessa area è stata utilizzata per mostre canine, per giochi della gioventù ed altro ancora. Insomma, un’area ideale per tutti, dove nella parte ad est e a sud sono presenti alberi che fanno ombra nei giorni più caldi. In questi giorni si è fatto sentire anche Luca Rosa, presidente del centro sociale La Colomba e sostenitore dei ragazzi durante i lavori al campetto. Il presidente rileva che alla fine dell’emergenza da covid aveva chiesto in gestione la palestra senza aver mai ricevuto una risposta ed ora ripropone la richiesta.

L’interessamento da parte del Sindaco è già partito. “Dovrò valutate e capire attentamente cosa chiedono
e cosa si può fare” ha detto il Sindaco.

(dmb)

Views: 23

Condividi: