domenica, Giugno 16, 2024
News

RIVA DEL PO – VERRANNO EFFETTUATE LE MANUTENZIONI STRAORDINARIE NEI SEI CIMITERI DEL COMUNE – UN INTERVENTO DA 300MILA EURO – PROGETTISTA ARCH. FERRARESI DI CENTO – ANCHE STAVOLTA NIENTE COSTRUZIONE DI NUOVI LOCULI…

Riva del Po – Deve passare per una “trafila” non indifferente la manutenzione straordinaria dei cimiteri del comune di Riva del Po. Sei cimiteri da sistemare, da riqualificare, in attesa da anni di una manutenzione straordinaria che si appresta a partire. In questi giorni la Giunta Zamboni ha identificato il professionista che si occuperà del servizio tecnico di progettazione completa (livello esecutivo), coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione dei lavori dell’intervento; si tratta dell’architetto Alberto Ferraresi con studio a Cento.

Sarà un intervento con un impegno di spesa complessivo di 300mila euro, dei quali 31.720 euro per le spese tecniche, mentre 25mila di quest’ultimi andranno direttamente all’architetto Ferraresi.

Il grande dispiacere dei cittadini sta nel fatto che nel progetto non rientra la costruzione di nuovi loculi tanto richiesti, che troveranno finanziamento nella variazione di bilancio di fine anno. La finalità del documento appena approvato è quello di analizzare e valutare la fattibilità della realizzazione dei lavori in questione dal punto di vista tecnico, ambientale, sociale e finanziario, nonché le regole e norme tecniche da rispettare.

La progettazione dell’intervento dovrà essere coerente con le prescrizioni degli strumenti di pianificazione paesaggistica, territoriale ed urbanistica, generale e di settore, vigenti, ed in particolare con quelle del regolamento Urbanistico Edilizio (RUE), del piano urbanistico generale (PUG), del piano operativo inter comune (POC) e della Classificazione Acustica Operativa (CAO).

Le aree interessate dai lavori sono nella piena disponibilità dell’Amministrazione Comunale e tutti i 6 cimiteri sono vincolati dal Codice dei Beni Culturali, con appositi vincoli espressi, pertanto necessitano nel Nulla Osta della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Culturali: come sempre, ci pensa la burocrazia ad allungare i tempi.

Sarà quindi necessario produrre documentazione fotografica a causa della presenza di vincoli espressi, associata alla redazione di apposite relazioni storiche descrittive da inoltrare con la richiesta di parere e nulla osta alla competente Soprintendenza BBCC. Da qui la procedura complessa per la scelta del professionista, che richiede caratteristiche specifiche. La procedura di gara prescelta, visto l’importo dei lavori a base d’asta, è l’affidamento tramite negoziato senza previa pubblicazione del bando, che dovrebbe anticipare i tempi di inizio lavori.

L’intervento proposto prevede la manutenzione straordinaria dei sei cimiteri, escludendo ovviamente le edicole di famiglia che andrebbero eseguiti dai diversi titolari. I lavori riguardano l’imaneggiamento dei manti di coperture dei blocchi dei loculi più deteriorati, compresi canali di gronda, scossaline e pluviali e messa in sicurezza degli elementi in marmo che costituiscono le varie cornici; il ripristino di intonaci e tinte, tinteggiature e i soffitti; la pulizia dei pilasti e delle pareti e successiva imbiancatura; la verifica delle parti pavimentate per eliminare inciampi dovuti a distacchi delle piastrelle; i ripristini strutturali e quant’altro ove necessario.

(dmb)

Views: 62

Condividi: