BERRA – 5 MARZO: 2° INCONTRO ORGANIZZATO DA A.C.S. BERRESE – PRESENTAZIONE DELL’ULTIMO LAVORO DEL PROF. GIOVANNI RAMINELLI “FAMIGLIE DI BERRA E DI FOSSASAMBA DALL’ANNO 1787 AL 1808” – RELATORE PROF. DIEGO CAVALLINA

DIEGO CAVALLINA

Continuano gli incontri organizzati dall’Associazione Cultura e Spettacolo (ACS) presso la sala parrocchiale di Berra.

Il secondo appuntamento è stato dedicato alla presentazione del libro di Giovanni Raminelli “Famiglie di Berra e Fossasamba dall’anno 1787 al 1808 – negli stati d’anime conservati nell’archivio della Chiesa Parrocchiale di Villanova Marchesana (Rovigo) – 2021”

A Diego Cavallina è stato affidato il compito di presentare la figura dell’autore, d’altronde ben noto in tutta la nostra zona come profondo studioso della storia locale, e specificare l’importanza della ricerca per il valido contributo al rafforzamento dello spirito identitario della comunità berrese.

Raminelli ha quindi spiegato l’obiettivo del proprio lavoro, le difficoltà nello studio delle antiche carte, l’organizzazione degli “stati d’anime” veri e proprie fotografie della realtà socio-economica delle nostre popolazione tra la fine della Repubblica di Venezia e il Regno d’Italia napoleonico, stilate da parroci precisi e scrupolosi dopo la visita delle famiglie durante le benedizioni pasquali delle case, in quella che allora era la diocesi di Adria alla quale ha appartenuto l’oratorio di San Rocco in Berra fino al 1818.

Interessanti gli interventi e le domande del pubblico, specie quelle relative all’usanza popolare di chiamare Berra sempre con l’articolo, comunemente infatti si dice “La Berra” (anzi in dialetto “La Bera”), l’origine dell’usanza non è certa, potrebbe essere una spiegazione la notizia riportata da Raminelli che l’oratorio prima della dedicazione a San Rocco (o in contemporanea) fosse dedicata alla Vergine Maria, quindi Santa Maria de “La Berra”.

DC

Hits: 108

Condividi: