giovedì, Luglio 18, 2024
News

POLESELLA – CON L’INIZIATIVA “PAROLE CHIAVE” POLESELLA DIVENTA CENTRO DELLA CULTURA GIOVANILE EMERGENTE – ALL’ENJOY BAR SI E’ CHIUSA L’ANTEPRIMA CON I QUATTRO SCRITTORI “EMERGENTI”

Polesella – Con l’iniziativa “Parole Chiave” Polesella diventa centro della cultura giovanile emergente, una rassegna di eventi patrocinata dal Comune con la collaborazione di “Soffitte in piazza”.

Un “Pomeriggio Blackout” all’Enjoy bar di Polesella ha chiuso l’anteprima dell’iniziativa con gli scrittori Gianluca Morozzi, Luca Ferrari, Simone Colombo ed Emanuele Tumminelli, intervistati dal giornalista Lorenzo Zoli, raccontando i libri che fanno parte della collana “Blackout”, di cui è direttore Morozzi, per edizioni “BookTribu”.

Luca Ferrari ha illustrato “Parma brucia”, un noir ambientato in una Parma colpita dagli scandali e dalla corruzione. La vicenda di Carlo Malvisi, cronista di un giornale locale a cui viene offerta la possibilità di un’intervista esclusiva a Ernesto Guerra, un imprenditore parmigiano finito in carcere per il tentato omicidio di un ex deputato, si innesta nel contesto di una città cambiata molto nel giro di due decenni. 

Simone Colombo ha raccontato il romanzo di fantascienza “Echo Heads” definendolo un libro “apocalittico, etico ed ecologico”. In Echo Heads, l’approfondimento psicologico a confronto con una realtà catastrofica, porta il lettore a riflettere sul futuro che l’umanità sta costruendo.

Emanuele Tumminelli, sulla base di una ricostruzione storica di un fatto narrato da Mark Twain, ha scritto “La settima costola”: nel Piemonte di fine Ottocento, a un ciabattino nasce un figlio con due teste, quattro braccia e due gambe. In paese, il parto è definito demoniaco e i genitori accettano di far esibire i figli nel circo di due impresari senza scrupoli.

Tutti e tre i romanzi fanno parte della collana “Blackout”, diretta da Morozzi, che ha spiegato le caratteristiche che un manoscritto deve avere per fare parte della serie. Il programma di “Parole Chiave” di novembre è in elaborazione e prevederà sia eventi in presenza sia a distanza. Una bella iniziativa con il merito, non banale, di condurre alla scoperta di giovani narratori italiani che hanno trovato un editore in grado di valorizzarli e promuoverli.

(d.m.b.)

Views: 28

Condividi: