RO-BERRA – INIZIANO LE SCUOLE MA GLI ALUNNI DEL COMUNE DI RIVA NON HANNO STRUTTURE ADEGUATE PER FARE GINNASTICA – LE PALESTRE SONO “PRECARIE” DA ANNI – LA PROMESSA ELETTORALE DEL SINDACO NON HA ANCORA TROVATO COMPIMENTO…

Ro/BerraPalestra di Berra e Ro fuori uso e così la brillante partenza dell’anno scolastico nel comune di Riva del Po viene offuscata dal mancato utilizzo di due “accessori” importanti, senza i quali gli alunni non avranno, per il momento, un luogo dedicato dove poter fare attività ginnica/sportiva.

Diversi i lavori da fare a queste due strutture prima di poter essere fruibili, un disagio non di poco conto; e fa specie la notizia di questi giorni dove i notiziari insistono sul fatto che ogni scuola dovrebbe garantire agli alunni strutture sportive adeguate (quindi non solo palestre) ai propri alunni, proprio come in Francia, dove (quasi) ogni scuola, oltre alla palestra, ha circuiti per atletica e campi da tennis, enfasi cresciuta sull’onda dei risultati ottenuti ai recenti Campionati Europei.

Ma ritornando a Riva del Po, la palestra di Berra attende lavori di manutenzione ordinaria, che dovrebbero dare la possibilità alle scolaresche di poterla utilizzare, e straordinaria, quale i lavori al tetto, dal quale ad ogni acquazzone entra acqua, senza dimenticare la necessaria sostituzione della obsolete plafoniere per l’illuminazione: l’impianto è stato rivisto e sistemato recentemente dagli operai del comune.

E poi il contenitore di Ro, che da decenni accoglie con stima tutte le attività sportive al coperto dei Roesi, scuole comprese, ma che non è certo una palestra e che quindi necessita continuamente di lavori, in attesa che si compia il sacrificio della costruzione di una palestra, promessa dal sindaco Andrea Zamboni in campagna elettorale.

“Prima della fine della legislatura daremmo inizio alla costruzione di una palestra”.

Gli alunni (e non solo) attendono, come pure l’affidamento in gestione.

(d.m.b.)

Hits: 270

Condividi: