BERRA – ALLARME PER UNA CASA “ABBANDONATA” DA TEMPO E PIENA DI RIFIUTI ANCHE TOSSICI – I VICINI SI LAMENTANO E PROTESTANO MA LA SITUAZIONE DEGENERA – LA SOLUZIONE E’ NELLE MANI DELL’AUTORITA’ COMUNALE

Berra Eternit, ferrame, pneumatici, carcasse di elettrodomestici ed altro, il tutto immerso nel verde, che cresce a dismisura senza controllo.

Siamo in una casa disabitata a Berra e a denunciarne le pessime condizioni sono i vicini di casa, che da tempo devono difendersi da topi, biscie e odori malsani, soprattutto ora che il caldo ne “favorisce” il proliferare. I residenti hanno lasciato la casa da qualche anno, lasciando nella proprietà diversi materiali di scarto, che ora rappresentano una minaccia per i vicini.

“Ad aprile ho inviato una lettera al sindaco per chiedere l’intervento urgente – spiega Eva, una delle vicine – allegando alcune foto della situazione. A noi poco importa di chi è la casa a noi interessa che la zona venga sanata. E siccome non si capisce, o almeno noi non lo capiamo, di chi sia la casa, abbiamo chiesto l’intervento delle autorità per provvedere alla pulizia della zona. Ora le cose stanno andando troppo per le lunghe e nel mentre noi viviamo in mezzo alla sporcizia e alla puzza”.

Secondo indiscrezioni pare che i proprietari (forse diventati ex) siano andati ad abitare in Germania e non più rintracciabili.

“Da quel che ci dicono – ho parlato con l’assessore Pozzati l”amministrazione si sta facendo carico del problema ma il tempo passa e i nostri problemi aumentano giorno dopo giorno”.

Le difficoltà della rimozione, vista la presenza di materiali inquinanti e soprattutto tossici, si allungano ma le famiglie limitrofe sono esauste: oltre al materiale inquinante ce anche il ristagno dell’acqua piovana in alcuni degli oggetti presenti che facilitano il proliferare delle zanzare.

“Chiediamo semplicemente che la corte venga liberata al più presto da questo fastidio – conclude Eva – senza dover aspettare altri mesi, come pare siano le prospettive”.

A rinforzare la richiesta un’altro residente, confinante con questa casa. “È possibile che qui non si possa fare niente per il degrado e la foresta esistente?”.

La situazione è conosciuta anche da altre istituzioni ma la “bomba” è in mano al Sindaco al quale aspetta di disinnescarla.

(d.m.b.)

Hits: 278

Condividi: