BERRA – PARLIAMO UN POCO DI C.L.A.R.A. – SECONDO I SINDACI I SERVIZI DEL GESTORE SONO MIGLIORATI – SECONDO LE OPPOSIZIONI POLITICHE NO – PERCHE’ NON RIDARE LA PAROLA ALLA “GENTE”?

ANNIBALE CAVALLARI PRESIDENTE CLARA

Berra – Quando si parla di Clara e di Tari l’attenzione è massima, soprattutto quando se ne parla poco dopo che i Sindaci soci hanno approvato il bilancio e confermato che i servizi sono migliorati.

Di tutt’altro avviso la consigliera di minoranza Daniela Simoni (Gente di Riva del Po) che nell’ultimo consiglio comunale di Riva del Po ha ribadito che “Ancora una volta siamo di fronte a servizi troppo cari. Le bollette sono sempre pesanti, a fronte di un servizio che presenta molte criticità. Bisogna lavorare molto sulla parte fissa della bolletta, ancora troppo cara per i cittadini.

Mi fa specie – ha rimarcato Simoni – che ancora si tenga conto della metratura della casa per calcolare le tariffe. Viviamo in una zona rurale, che per natura ha case ampie ma per questo non significa che producono molta immondizia”.

Per l’amministrazione diventa difficile superare alcuni ostacoli, perché dettati da regole nazionali: come dire che la parte fissa non verrà toccata. Bisogna invece “lavorare” sul variabile e soprattutto sulla “Tariffa Puntuale” e quindi diminuire la produzione degli scarti.

Un plauso è andato agli incentivi/agevolazioni alle attività, che hanno potuto usufruire di contributi per l’abbattimento dei costi durante il periodo di lockdown: circa 68mila euro l’investimento da parte del comune.

“Un periodo che non è ancora terminato – ha ricordato Mariana Lucchin (Centrodestra unito per Riva del Po) – ci aspettiamo quindi che questi contributi, visto che i soldi in cassa non mancano, vengano elargiti anche per questo anno e il prossimo. Non dobbiamo dimenticare che alle aziende servirà qualche anno per riprendersi, senza dimenticare quelle aziende che hanno chiuso per sempre”.

La risposta del Sindaco Zamboni, a denti stretti, è stata un ni. Al termine della discussione, alla quale hanno partecipato anche il presidente di Clara Annibale Cavallari e il direttore generale Alfredo Amman, sono stati approvati a maggioranza il regolamento per la disciplina della tari, tariffa rifiuti, la presa d’atto del  piano economico finanziario Pef Tari Clara spa dell’anno 2021 e dei correlati listini tariffari e la presa d’atto Pef rifiuti Clara spa per l’anno 2020 e determinazione in merito al conguaglio.

(d.m.b.)

Hits: 248

Condividi: