BERRA – DISAGI PER MOLTE FAMIGLIE DI BERRA, IL 6 E 7 OTTOBRE 2020, PER LA MANCANZA DI ACQUA POTABILE A CAUSA DI UN GUASTO SULLA LINEA – GRANDE EFFICIENZA DEL CADF CHE HA SISTEMATO LE COSE IN TEMPI RAGIONEVOLI – UNA DOMANDA E’ PERO’ SORTA NELLA MENTE: PERCHE’ NON VIENE ATTIVATA LA GRANDE TORRE PIEZOMETRICA PRESENTE ALL’INGRESSO DEL PAESE?

Berra Disagi a causa dell’interruzione dell’acqua si sono certificati nelle giornate di martedì 6 e mercoledì 7 ottobre a Berra, nella parte orientale del paese, lasciando molte famiglie senza acqua per diverse ore.

La causa è dovuto a guasti sulla linea, accentuando così i disagi perché eventi non prevedibili. Nella giornata di martedì l’acqua è mancata per gran parte del pomeriggio, per un guasto sulla linea in via Albersano, la strada provinciale che porta a Serravalle, qualche centinaio di metri fuori dall’abitato: l’acqua è stata data nel tardo pomeriggio.

Mercoledì mattina il guasto, di entità più ampia, sempre in via Albersano all’altezza del ponte di via Pennacchiera. Tecnici al lavoro fin dalle prime ore del mattino, con l’intervento degli agenti della polizia dell’unione Terre e Fiumi per regolare la circolazione, che ha subito qualche disagio. L’intervento è durato fino al pomeriggio mentre l’acqua è ritornata regolarmente poco prima delle tredici.

Anche questa volta i tecnici e operai del cadf hanno dato prova di efficienza. Però rimane sempre il solito interrogativo: perché in questi casi non entra in funzione la torre piezometrica, che si trova sulla via Postale, appena fuori dall’abitato di Berra in direzione di Cologna?

È una domanda che ricorre ogni qualvolta manca l’acqua in condizioni di emergenza ed ogni volta quella torre, che ha un contenitore capiente di acqua (di scorta) non funziona. Abbiamo più volte girato la domanda al cadf ma mai una volta è arrivata la risposta. E chissà mai.

(l.c.)

Hits: 96

Condividi: