RIVA DEL PO – LA DECISIONE SINDACALE DI CHIUDERE LE PALESTRE AGLI SPORT DI GRUPPO HA INDOTTO L’OPPOSIZIONE A INTERROGARE LA GIUNTA SULLA QUESTIONE – PUBBLICHIAMO SIA L’INTERROGAZIONE CHE LA RISPOSTA DEL SINDACO

Riva del Po – A seguito dell’interrogazione fatta da due gruppi di minoranza e condivisa da tutta la minoranza, in merito all’ordinanza sindacale di chiusura delle palestre, limitata alle attività di gruppo, la Giunta Zamboni ha dato risposta.

“Ci sentiamo di aver colto e recepito i contenuti e il senso del DPCM 7 settembre 2020 – dice la risposta – Nel rispetto di tutte le norme, mirate alla salvaguardia e alla tutela della salute dei cittadini e dei nostri bambini e al contenimento e gestione di casi e focolai, ci è sembrato ragionevole e precauzionale emettere l’ordinanza in esame”.

“L’Amministrazione prendendo in giusta considerazione l’importanza dell’attività sportiva – prosegue la nota – nella formazione della personalità e nel fornire modelli comportamentali fondamentali, vuole garantire lo svolgimento delle attività in sicurezza prevedendo la programmazione di interventi di sanificazione.

Ci uniamo nel ritenere la questione importante e ne comprendiamo tutti i disagi, ma pazientare alcuni mesi, nell’attesa che la situazione, ancora precaria, si stabilizzi, non significa annullare la possibilità di riprendere le attività.

Per quanto riguarda l’iniziativa messa in atto e poi annullata dall’Associazione Volley di Ro – conclude la risposta – che indice una riunione pubblica, senza preventivamente interfacciarsi con gli Amministratori nel concordare e valutare i tempi e i modi, ci è sembrato un precedere la prassi ufficiale da percorrere”.

(m.b.)

Hits: 65

Condividi: