SANT’APOLLINARE – ANCORA IN STALLO I LAVORI AL PONTE DELLA BARCHESSA – CHIUSO DA CIRCA UN ANNO E MEZZO E ANCORA NON SI E’ DECISO, CON CHIAREZZA, IL DA FARSI

Sant’Apollinare – Ancora in stallo o lavori al ponte della Barchessa, chiuso dal marzo del 2019 per cedimento dei piloni principali. Amministratori, comitato, cittadini, tutti al lavoro affinché questo ponte o comunque uno nuovo (auspicato) ritorni a fare il suo lavoro.

Il lockdown ha fermato un po’ tutto ma i sindaci dei due comuni interessati hanno cercato di fare il punto della situazione.

“Come ricorderete – spiega Paolo Pezzolato, sindaco di Jolanda di Savoia – un anno fa abbiamo proposto il rifacimento di questo ponte alla Provincia e poi lo abbiamo posto all’attenzione Regionale. Convinti che questo ponte rivesta un’importanza che va ben oltre i confini comunali. Abbiamo continuato a lavorare.
Il 22 di luglio ho chiesto un incontro all’Assessore Regionale alle infrastrutture e mobilità.

Il 29 luglio abbiamo incontrato, con il Sindaco di Copparo Fabrizio Pagnoni, alcuni rappresentanti delle imprese e dei comitati. Il 30 luglio ho concordato, con l’Assessore Regionale al riordino istituzionale Paolo Calvano, un incontro fissato per agosto, per verificare insieme la possibilità di inserire tale opera tra gli interventi promossi dalla Regione nell’ambito delle aree interne, di cui il Comune di Jolanda fa parte”.

Anche il sindaco di Copparo Fabrizio Pagnoni fa il punto della situazione. “Con il Comune di Jolanda di Savoia stiamo lavorando alla soluzione del problema del ponte della Barchessa, chiuso da marzo 2019. La struttura necessita di un intervento complesso e molto costoso affinché cittadini e attività possano tornare ad attraversare in sicurezza il canale Leone.

Il prossimo passo sarà l’attivazione della procedura di richiesta di svincolo al Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo. Il ponte infatti ha più di 70 anni e risulta “automaticamente” vincolato, ma, siccome non sussiste un riconoscimento del pregio, ne chiederemo lo svincolo per poter eseguire i lavori senza l’obbligo di stringenti passaggi per il vaglio della soprintendenza, con il vantaggio di rendere la progettazione più snella”.

Un lavoro lungo e complesso che però dovrebbe arrivare a compimento.

(l.c.)

Hits: 327