IL GOVERNO HA ACCOLTO LA PROPOSTA DELL'ANCI (ASSOCIAZIONE DEI COMUNI) DI INNALZARE L'INDENNITA' AI SINDACI PARTENDO DA UNA CIFRA MINIMA DI 1.400,00 € AL MESE

È di questi giorni la notizia che il Governo ha accolto la proposta dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni d’Italia) di innalzare l’indennità del primo cittadino nei comuni fino a cinquemila abitanti, che in Italia sono oltre 5.700, in regione 137 su 340 e nel Ferrarese cinque su ventuno: Lagosanto, Masi, Voghiera, Jolanda di Savoia e Goro. Alcuni sindaci di questi comuni non arrivano a prendere 1.300 euro lordi al mese: pagate le tasse, a qualcuno resta una cifra da reddito di cittadinanza.

Nel decreto fiscale è entrato un emendamento che porta l’assegno minimo a 1.400 euro netti, sommati a quelli che percepiscono dal lavoro personale, per chi lo ha. Infatti la maggior parte dei sindaci di questi piccoli comuni non lasciano il proprio lavoro – aspettativa ed altro – e si prendono i giorni di permesso, di diritto per legge, facendo i sindaci e continuando a lavorare e quindi a percepire lo stipendio (questo succede anche agli assessori).

E i pensionati che, dopo aver lavorato una vita, percepiscono mille euro al mese? Molte le proteste, le richieste, ma nessun Governo li ha ascoltati. Dimenticavo: lavorare è indispensabile per mantenere la famiglia, fare il Sindaco (assessore) NO.

Buona domenica.

(anoni.mo)

Hits: 105

Condividi: