BERRA, CELEBRAZIONE DELLA FESTA DELLA LIBERAZIONE – GIOVEDI’ 25 APRILE 2019 –

Berra.  Guidata dal commissario prefettizio Pinuccia Niglio, si è svolta a Berra la manifestazione dell’anniversario della Liberazione dell’Italia. Accompagnato dalla Banda Musicale Comunale di Berra il corteo è partito dal piazzale del municipio per fare la prima tappa davanti al Monumento ai Caduti di tutte le guerre.

Ecco alcuni iscritti: Cavecchia Noè, Cazzuffi Antonio, Chiari Domenico, Droghetti Giuseppe, Felisatti Riziero, Linotelli Francesco, Finotti Antonio, Fogali Amedeo, Galuppi Diomede, Giacomelli Attilio, Guiatti Paolo, Malerba Demetrio, Mantovani Ferruccio, Mantovani Isidoro, Moretti Natale, Nanetti Giordano, Nanetti Natale, Pavanelli Augusto, Passarella Secondo, Peverati Paolo, PIva Evangelista, Pozzati Giovanni, Pozzati Secondo, Stefanatti Alvaro, Stellini Alberto, Toschi Antonio, Trombini Stefano, Tomiati Socrate, Varzella Augusto, Visentini Mario, Zanella Delfino, Zappaterra Milesio, Barioni Destino, Donà Azio, Galli Noradino.

1940-1945: Biolcati Augusto, Bononi Noè, Castellani Oriode, Casetto Armando, Crepaldi Ferrante, Cucchi Mario, Cavecchia Ennio, Donà Flavio, Domenicali Alcide, Fabbri Francesco, Grillanda Gualtiero, Guernieri Terziario, Mattioli Alfio, Mazzoni Alberino, PIroni Amedeo, Pizzi Mario, Resi Ramades, Tosatti Glauco, Trapella Lores, Tumiatti Mario, Verzella Giuseppe, Zampolli Vesinto, Zanella Dario.

MARTIRI PER LA LIBERTA’ 1943-1945: Faccini Amatore, Fogagnolo Antonio, Ferraresi Giuseppe, Ferrari Oriode, Finotti Jaures, Mingozzi Frenide, Previati Angelo, Verzella Rolando, Zanella Enrico.

Alla presenza di autorità istituzionale, militari e civili (presenti i 4 sindaci degli ultimi 40 anni di storia berrese, comandante della stazione carabinieri di Berra, protezione civili di Ro ed altri), il Commissario, accompagnata dal parroco don Pio, ha ricordato i valori della giornata, “Da conservare, valorizzare e divulgare”.

Poi il corteo si è trasferito davanti al cimitero, per commemorare i partigiani uccisi dai fascisti la mattina del 3 dicembre 1944: Jaures Finotti, Noradino Galli, Emilio Frenide Mingozzi e Severino Tagliati.

Ultima tappa all’interno del cimitero, con un saluto ai due monumenti: due alunni delle medie hanno letto un brano ricordando le tragiche vicende della guerra mondiale.

(d.m.b.)  

Hits: 30