sabato, Febbraio 24, 2024
NewsPolitica

RIVA DEL PO – DANIELA SIMONI ROMPE GLI INDUGI: E’ LA CANDIDATA SINDACO PER “GENTE DI RIVA DEL PO” ALLE ELEZIONI DEL 2024 – E’ INIZIATA UFFICIALMENTE LA CAMPAGNA ELETTORALE…

Riva del Po – È Daniela Simoni la candidata sindaco per la lista civica “Gente di Riva del Po”. L’attuale consigliere comunale di Riva del Po rompe gli indugi e comunica che si ripresenterà come candidata sindaco alle prossime elezioni comunali di giugno 2024, così come nelle legislature amministrative del 2014 (ex comune di Ro) e del 2019.

La sua terza candidatura è sostenuta all’unanimità dalla lista che la rappresenta, espressa in un recente incontro, dai sostenitori che la supportano localmente e dal gruppo tutto al femminile delle Donne di Riva del Po. È la stessa Simoni a diffondere la notizia ed a spiegarne le ragioni: “Credo di poter dire che per il lavoro svolto e l’impegno profuso per la comunità questo gruppo meriti continuità”.

Classe 1968, Daniela Simoni abita a Ruina, è laureata in giurisprudenza ed è un funzionario pubblico da oltre vent’anni. Civica fino al midollo, si è sempre considerata un’alternativa credibile rispetto ai “poteri” di partito. Ora Daniela Simoni ha due obiettivi a cui pensare: la squadra ed il programma. Sostenitori e collaboratori non mancano, come si evince dalla sua vita social, mezzo di comunicazione scelto da Simoni fin dall’inizio di questa legislatura per “pubblicizzare” tutte le sue dichiarazioni in questi quasi 5 anni di attività politica, per esternare tutti i suoi dubbi e per rispondere alle tante segnalazioni che quotidianamente la raggiungono relativamente alla vita del territorio comunale.

“Per il programma ci sarà molto da fare – spiega Simoni – perché, come tutti possono vedere, in questi cinque anni è stato fatto pochissimo o nulla. Sarà un programma strettamente connesso con la realtà che si ambisce a governare, calato nel tessuto locale, con molti argomenti da trattare ma con azioni chiare e con progetti realizzabili – come ha dichiarato in una recente intervista sulla sua pagina Facebook- sicurezza e legalità, a tutti i livelli, sanità pubblica, attività produttive ed agricoltura; e poi i giovani e la scuola, un altro tema imprescindibile per il futuro dei Comuni, soprattutto nei piccoli enti come il nostro – commenta la candidata Simoni – non dimenticando il volontariato, importante motore trainante del nostro territorio”.

Un’altra necessità è quella della riorganizzazione del personale e dei pubblici uffici, con al centro l’Unione dei Comuni, ritornata alla cronaca in questi giorni. “La fusione dei Comuni di Berra e Ro da una parte ed il conferimento di funzionari e di materie all’Unione dei Comuni Terre e Fiumi di Copparo dall’altra hanno ingenerato confusione di ruoli e di competenze non solo fra i dipendenti stessi ma e soprattutto tra i cittadini utenti e fruitori dei servizi che da anni ormai non capiscono più chi fa che cosa – commenta Simoni – E questo crea un rallentamento ed un malcontento che si riflette sulla vita quotidiana e sul disbrigo delle pratiche burocratiche di tutti noi. Serve con urgenza fare chiarezza, incentivare e guidare il riordino ed il conseguente imprescindibile riavvicinamento della macchina amministrativa alla comunità amministrata: da una parte supporto al cittadino ed alle attività del territorio per il disbrigo delle pratiche amministrative e dall’altra personale dipendente ed uffici facilmente raggiungibili e collaborativi.

E ancora. Semplificazione delle procedure nel rispetto della legalità e della trasparenza, sito istituzionale sempre implementato, regolamenti comunali aggiornati, snelli ed applicabili, organizzazione di un ufficio per progettazione e partecipazione a bandi (regionali ed europei), momenti di ascolto e di condivisione e soprattutto il primo cittadino tra le persone e sul territorio”.

(dmb)

Visits: 250

Condividi:

Lascia un commento