lunedì, Luglio 22, 2024
News

RO-SERRAVALLE – GIUNTI AL TERMINE I LAVORI DI RISANAMENTO STRUTTURALE DELLA CONDOTTA CHE COLLEGA LA CENTRALE DI RO A QUELLA DI SERRAVALLE

Risanamento condotta di collegamento Ro – Serravalle

Sono ormai giunti al termine i lavori di risanamento strutturale della condotta di acqua potabile che collega la centrale di potabilizzazione di Serravalle con quella di Ro ferrarese, ubicata in area agricola, consegnata il 3 febbraio 2022.
Dalla consegna lavori ad oggi sono state eseguite varie sospensioni, in particolare si ricorda quella dell’estate scorsa a causa della forte crisi idrica, che ha tenuto fermo il cantiere per oltre 6 mesi. Inoltre, durante il corso dei lavori è stata eseguita una variante in corso d’opera che ha incrementato la spesa per la realizzazione dell’opera di € 615.000.

Questa condotta è estremamente strategica per CADF, in quanto consente di poter sopperire alle avarie della centrale di Ro impiegando per la distribuzione dell’acqua potabile solo quella di Serravalle e viceversa.
La condotta è infatti anche detta di interscambio tra le centrali.

La condotta fu costruita negli anni ’80, in parte in acciaio rivestito ed in parte in ghisa, e presentava uno stato di deterioramento importante che non ne consentiva il pieno utilizzo delle sue potenzialità.
Essendo una condotta di grosso diametro (600 mm), ed essendo posata a profondità variabile dai 2,80 ai 3,20 metri dal piano campagna, si è valutato di ripararla impiegando le tecnologie più innovative oggi presenti sul mercato e, nello specifico, è stato utilizzato il sistema di risanamento interno con calza in PRFV polimerizzata a caldo che prevede di realizzare una nuova condotta interna alla esistente, senza dover scavare lungo tuto il percorso della tubazione, ma realizzando solo delle nicchie localizzate a distanze più o meno regolari di 250 – 300 metri.

In questo modo sono stati ripristinati circa 1600 metri di tubazione. Altri 211 metri sono invece stati sostituiti integralmente con posa di tubo in PVC e tecnica tradizionale di scavo in trincea.
Poiché il lavoro si è svolto interamente in aree agricole e sono transitati nel cantiere dei mezzi operativi pesanti, onde permettere l’esecuzione dei lavori anche in condizioni stagionali avverse che rendono i terreni impraticabili, sono state realizzate delle piste di cantiere e delle piazzole di sosta e deposito mezzi e materiali, con l’impiego di geotessuto e misto riciclato, smantellate alla fine dei lavori.

Al termine dei lavori sono state eseguite le prove di tenuta idraulica dell’intero tratto risanato con esito positivo.
La somma finanziata per l’opera è stata di € 2.615.000, comprensivi di somme per lavori eseguiti pari a € 2.200.000 ed i restanti per somme a disposizione della stazione appaltante che comprendono spese generali, spese tecniche ed oneri per occupazioni temporanee e spese notarili.

CADF – LA FABBRICA DELL’ACQUA

Views: 27

Condividi: