lunedì, Aprile 22, 2024
News

ARIANO POLESINE – LA VICENDA DI RKIA HANNOUI LA GIOVANE MAROCCHINA MORTA IN SEGUITO A UN PROIETTILE NEL CERVELLO SI STA RIVELANDO UN VERO ENIGMA – INDAGATO DAI MEDIA NAZIONALI E ANCORA SENZA SOLUZIONE

Ariano Polesine – La vicenda della giovane Rkia Hannaoui, la donna marocchina di 31 anni morta per un colpo di arma da fuoco alla testa, ha attirato l’attenzione dei midia nazionali. La vicenda è stata trattata in “Storie Italiane”, la nota trasmissione di Rai uno condotta da Eleonora Daniele, nella puntata di questa mattina giovedì 29 marzo, mentre alle 13,45 ne ha parlato il Tg1.

Il giornalista veneziano Davide Calimani con una troupe della Rai si trovava a Rovigo per tentare di raccogliere informazioni su quello che è un vero giallo. Bocche cucite, almeno finora, in procura che ieri ha diramato un comunicato sulla morte della donna, che per ore ha vissuto un’agonia, ma ieri 29 marzo è stata dichiarata morta da una commissione medica dell’ospedale di Rovigo. Qui è giunta martedì 28 marzo dopo che alle 17,46 il vicino di casa, Giacomo Stella, proprietario dell’abitazione isolata di via Fine, ha dato l’allarme.

Inizialmente il caso è stato trattato come un incidente domestico. Rkia era riversa a terra, in cucina, priva di conoscenza. I figli di 8 e 11 anni sono stati i primi a chiamare aiuto. In ospedale a Rovigo nel reparto di rianimazione, in seguito a una Tac, si sono accorti della presenza di un proiettile nel cranio. Ora si indaga per omicidio, anche se per ora non ci sono indagati, e non è nemmeno confermato il sequestro di armi.

Unica cosa certa è il sequestro dell’abitazione di via Fine, teatro della tragedia. Un giallo in piena regola, a cui i Carabinieri del Nucleo Investigativo, guidati dal tenente colonnello Marco Passarelli, stanno cercando di dare una spiegazione. Secondo le testimonianze raccolte (tutte da confermare), quando i bambini sono tornati da scuola intorno alle 12 e 30, la madre era ancora viva. Cosa sia accaduto in seguito rimane ancora un mistero. I bimbi sono poi usciti, il più grande stava tagliando l’erba, poi intorno alle 17 è stato dato l’allarme.

I piccoli hanno chiamato il proprietario di casa che vive al primo piano dell’abitazione, l’uomo è sceso, ha visto la donna esanime al piano terra, ed ha chiamato il 118. Il sostituto procuratore presso il Tribunale di Rovigo, Maria Giulia Rizzo, ha aperto un fascicolo per omicidio. In paese in questi giorni non si parla d’altro, anche se Rkia Hannaoui era una signora riservata, casalinga, in paese si vedeva poco o nulla, accudiva le galline in corte, praticamente era tutta casa e famiglia. Un giallo in piena regola.

(red)

Visits: 51

Condividi: