BERRA – SI E’ SVOLTA STAMANE 6 NOVEMBRE NELLA SEDE MUNICIPALE LA “CERIMONIA DI DONAZIONE DELL’ARCHIVIO DI CASA GIGLIOLI” DA PARTE DEL PROF. RAMINELLI – UN’OPERA “LUNGA” 7 VOLUMI CHE HA IMPEGNATO PER ANNI LO STUDIOSO SERRAVALLESE

Berra Questa mattina, sabato 6 novembre, nella sala del consiglio comunale contingentata per via dell’emergenza sanitaria in corso, si è svolta la “Cerimonia di donazione dell’archivio di casa Giglioli”, opera in sette volumi realizzata dal dottor Giovanni Raminelli, conclusa nel luglio dello scorso anno, con la stampa dell’ultimo dei 7 volumi, risultanza di anni di ricerche e di studi prevalentemente sulla consistenza documentale della busta n. 64 dell’Archivio di Casa Giglioli e su qualche decina di altri documenti esistenti nelle Buste 12, 13 e 34 del medesimo Archivio, il tutto inerente il primo oratorio di Serravalle, poi divenuto abbazia e quindi abbazia-parrocchiale per opera dei Conti Giglioli.

Dopo l’introduzione e i ringraziamenti di rito da parte del dottor Andrea Zamboni, sindaco di Riva del Po, con l’aiuto di diapositive il professor Giovanni Raminelli, affiancato dalla dottoressa Angela Ghinato, che curò la sistemazione dell’Archivio Giglioli quando venne consegnato all’Istituto di Studi Rinascimentali, ha illustrato la storia di questa ricerca, iniziata addirittura 40 anni orsono e che ha avuto un epilogo felice grazie all’accesso di questa “famosa” busta 64 e seguenti da parte dell’autore.

“Una chiesa, quella di Serravalle, che a lungo ebbe a dipendere dalla matrice di Ariano nel Polesine, ed ebbe rapporti intensi con Papozze, ma anche con Berra e Cologna ed il relativo territorio, come attestato in numerosissimi documenti”.

Il Dott. Raminelli li ha tutti esaminati, foglio per foglio, fotografati, trascritti e interpretati, e vanno a colmare una lacuna archivistica di Serravalle e a dare maggiore organicità allo studio dei rapporti fra Serravalle ed i paesi sopra citati. La povertà dell’archivio abbaziale-parrocchiale serravallese, resa tale in alcuni secoli da disgraziati avvenimenti e da colpevole incuria, ha sempre impedito ricerche complete negli anni passati.

Ora, sia presso la Parrocchia abbaziale di Serravalle che in Ariano Polesine, in Berra e in Papozze, sarà possibile fruire di una serie di dati certi con maggior precisione e offrire una nuova e più completa immagine di luoghi, personaggi, famiglie e avvenimenti civili e religiosi dagli inizi del secolo XVII al secolo XX inoltrato come attestato nelle migliaia di documenti dell’archivio di Casa Giglioli studiati, trascritti, interpretati, commentati e raccolti a futura memoria nei sette volumi in parola.

Dopo l’intervento del dottor Raminelli, preciso e conciso come è sua abitudine, il vicesindaco di Riva del Po Alberto Astolfi ha ringraziato i presenti e tracciato un breve percursus delle vicende dell’epoca, mentre la dottoressa Angela Ghinato ha spiegato come attualmente gli archivi siano stati accorpati.

A seguire il sindaco di Riva del Po ha consegnato una targa ricordo e ringraziamento al professor Raminelli e quindi si è passato alla consegna dei volumi. Presenti i rappresentanti destinatari della donazione: don Andrea Masini il parroco abate di Serravalle, l’arciprere di Ariano nel Polesine don Gabriele Fantinati (accompagnato dal sindaco Laura Beltrame), il Presidente della Biblioteca comunale di Papozze Prof. Paolo Rigoni, il Sindaco di Riva del Po dottor Andrea Zamboni. Presenti anche il sindaco di Papozze, la Dott.ssa Anna Quarzi presidente dell’istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, il Dr. Davide Guarnieri direttore dell’Archivio di Stato di Ferrara e Giuseppe Indelli in rappresentanza degli eredi della famiglia Giglioli.

“Se Dio mi darà vita e salute – ha concluso il professor Raminelli – la ricerca prosegue, perchè c’è ancora molto da scoprire”.

(d.m.b.)

Condividi: