martedì, Luglio 23, 2024
NewsPoliticaSport

BERRA – IL COMUNE HA ASSEGNATO ORMAI QUASI TUTTE LE GESTIONI DELLE STRUTTURE SPORTIVE DEL TERRITORIO – IL CAMPO DA TENNIS DELLA PORTA DEL DELTA VA ALL’ASD MATCH POINT – IN AFFANNO LE ASSEGNAZIONI ANCORA IN SOSPESO

Berra – Ad inizio agosto l’amministrazione comunale di Riva del Po ha definito le convenzioni per la gestione dei campi di calcio di Serravalle, Berra, Cologna, mentre erano rimasti esclusi i campi di Guarda e Ro e il campo da tennis presente nell’area della Porta del Delta a Serravalle, per i quali nessuna società aveva presentato una manifestazione di interesse.

La decisione dell’amministrazione comunale fu quella di riproporre una manifestazione di interesse per questi 3 impianti sportivi. La grande vera sorpresa era stata quella del campo da tennis della Porta del Delta, con la società Asd Match Point che non aveva manifestato l’interesse per la gestione della struttura, a quanto pare per un malinteso.

In questo nuovo interesse l’Asd Match Point ha preso la palla al balzo, presentandosi come interessata, e così in questi giorni l’amministrazione ha deciso per l’assegnazione. A questo punto sono stati assegnati il campo di Berra all’Ssd Berra (campionato di Prima categoria), quello di Cologna all’Asd Acli (Amatori) e quello di Serravalle al Gsd Serravalle, la vecchia società che, nonostante non partecipi a campionati regolari, ha confermato di voler gestire l’impianto e il campo da tennis della Porta del Delta a Serravalle all’Asd Match Point: le convenzioni dureranno fino ad agosto 2024.

Rimangono fuori i campi di calcio con annessi servizi di Guarda e Ro, per i quali l’amministrazione comunale dovrà prendere una decisione. Di questo problema si era già espresso l’assessore comunale allo sport e lavori pubblici Marco Pozzati: “Il mondo del calcio a livello comunale sta sicuramente regredendo da un punto di vista numerico. Oggi abbiamo 5 campi di calcio, ma fare calcio diventa sempre più difficile e​ ​ dispendioso. Chi ha fatto calcio in questi anni ne è ben conscio, quindi credo sia doveroso che società sportive e Comune debbano, in un prossimo futuro, confrontarsi serenamente e progettare insieme il futuro per lo sport comunale”.

(d.m.b.)

Views: 93

Condividi: