BERRA – LA RIAPERTURA DELL’UFFICIO POSTALE E’ UNA BUONA NOTIZIA PER GLI UTENTI MA I PROBLEMI NON SONO DIMINUITI: LUNGHE ATTESE ALL’ESTERNO, PC LENTISSIMI, ASSENZA DI BANCOMAT, UN’UNICA IMPIEGATA – COL TEMPO I SERVIZI NON SONO MIGLIORATI – ANZI…

Berra “Se siamo contenti? Direi proprio di no; siamo all’aperto, al freddo e a volte sotto la pioggia, come possiamo essere contenti”.

Per i cittadini di Berra, fruitori dell’ufficio postale, ieri, lunedì 18 gennaio, doveva essere un giorno di festa, perché l’ufficio inizia ad aprire tutti i giorni, ed invece nessuna “festa”. “Sono anni, decenni, fin da quando era sindaco Capisani (sono passate 4 legislature), che protestiamo ed invece di rendere più fruibile e veloce il servizio lo azzoppano. Ed ora, per questo piccolo contentino dobbiamo essere contenti?”.

Un drappello di persone attendono il loro turno davanti all’ufficio, la maggior parte dei quali non sanno che a partire da ieri le aperture diventano giornaliere, e quando uno di loro li informa, non credono. Lo ribadiamo ma non essendoci un cartello, una comunicazione ufficiale da parte della posta, i clienti sono increduli.

Alla domanda “cos’è che non va?”, apriti cielo. “Facciamo prima a dire cosa va – dice un signore – l’apertura dell’ufficio tutti i giorni, per il resto: stop”. Poi inizia l’elenco delle cose che non vanno, lungo, molto lungo, dal quale estrapoliamo: connessione internet lenta e a volte interrotta, solo una impiegata, nei giorni cruciali insufficiente (pagamento delle pensioni e scadenze delle utenze), assenza di uno sportello postamat, ed ora un posto al riparo per attendere il proprio turno, almeno fino a quando si dovrà entrare nell’ufficio uno alla volta.

Ma c’è anche chi la prende con filosofia, e lancia una battuta. “Una cosa per volta: vedrete che pian piano ci daranno anche un gazebo, riscaldato e con il punch”. E così la giornata, che doveva segnare un passo avanti nella risposta alle esigenze dei cittadini, si è trasformata in una giornata con gli ennesimi proclami di disservizi.

(d.m.b.)

Hits: 49

Condividi: