BERRA – VERRA’ CONSEGNATA IL 10 OTTOBRE LA BORSA DI STUDIO DEDICATA A DANIELE CURINA – LA CERIMONIA SI SVOLGERA’ NELLA SALA CONSILIARE DI BERRA DOVE AVVERRA’ LA PREMIAZIONE – QUEST’ANNO LA BORSA DI STUDIO E’ STATA ASSEGNATA ALLA DOTTORESSA LINDA PALMIERI

Berra – Verrà consegnata il prossimo 10 ottobre presso la sala consiliare a Berra la borsa di studio intitolata a Daniele Curina, prematuramente scomparso nel 2012, all’età di 58 anni.

La cerimonia di assegnazione si svolge alle 10 in sala consiliare del Comune di Riva del Po, ed è messa a disposizione dalla cooperativa Cidas in collaborazione con Lega Coop Estense e riservata ai neolaureati all’università di Ferrara dei Dipartimenti di Economia e Management, Giurisprudenza o Studi Umanistici dell’Università di Ferrara, negli anni accademici 2017/2018 o 2018/2019, che abbia discusso una tesi su un tema che richiami esperienze di carattere cooperativistico, sia nel settore sociale, storico, politico, sia in quello economico imprenditoriale, sia in quello giuridico amministrativo, dove Curina ha lavorato per molti anni.

La figura di Daniele era molto nota a Berra e in provincia per essere stato fin da giovane partecipe attivo della vita pubblica, a partire già dalle medie, con la partecipazione assieme ai suoi compagni alla trasmissione televisiva “Chissà chi lo sa” e ben presto si dedicò alla politica locale come iscritto al Pci.

Dopo l’era di Alfredo Sandri divenne vice sindaco nella giunta di sinistra, con Francesco Aguiari sindaco. I disaccordi politici con il sindaco erano noti e nella legislatura successiva il Pci finì all’opposizione, per una giunta di centrosinistra (Dc-Psi), con Curina che divenne il capogruppo di opposizione. “Caparbio e testone”, così era definito all’epoca, ma caratteristiche che mise anche nella sua attività professionale nel sociale.

Trascorse 15 anni come Presidente della Cidas, cooperativa di servizi con sede a Copparo (ora trasferita a Ferrara), che trasformò.

“E’ stato lui a portare un’azienda di modeste dimensioni a fare il salto di qualità, rendendola molto robusta e portandola anche a Bologna o Reggio Emilia” ricordava Sergio Caselli, che nella Lega coop ci ha passato gli stessi suoi decenni.

Da alcuni anni Curina era stato nominato responsabile area Romagna di Cir food dove aveva incrementato il lavoro.

La cerimonia si svolge solitamente a febbraio, in concomitanza con l’anniversario della scomparsa di Curina, ma quest’anno, causa Coronavirus la cerimonia è slittata ad ora è avverrà con presenza limitata, sempre a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

Quest’anno la borsa di studio è andata alla dottoressa LINDA PALMIERI che ha discusso una tesi di laurea su una cooperativa agricola del bolognese che si occupa in particolare dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Alla cerimonia, oltre alla moglie e al figlio di Curina, parteciperanno la professoressa Maria Gabriella Marchetti, protettrice delegata alle pari opportunità e alla disabilità nonché presidente del consiglio di parità dell’università degli studi di Ferrara, rappresentanti della cooperativa Cidas e della Legacoop Estense e sarà presieduta dal sindaco di Riva del Po dottor Andrea Zamboni.

(d.m.b.)

Hits: 456

Condividi: