SERRAVALLE – LO SPOSTAMENTO DELLA FILIALE BPER HA CREATO SCONCERTO E RABBIA NEI CITTADINI CHE ORA INTENDONO SPOSTARE I LORO CONTI PRESSO POSTE ITALIANE – BPER MINIMIZZA: E’ SOLO UN CAMBIO DI INDIRIZZO…

Serravalle – La mannaia usata dalla Bper si è abbattuta duramente sui cittadini di Serravalle che ora si trovano senza la banca.

Una situazione a dir poco paradossale con la più “popolata” frazione dell’ex comune di Berra che ora, nel giro di pochi lustri, viene sottratta di servizi importanti come le scuole e la banca.

E non è che i cittadini abbiano assistito inermi a queste sottrazioni ma a nulla sono valse le battaglie messe in campo fino ad ora. Anche questa volta la protesta, che si può fare solo in modo virtuale, è arrivata puntuale: pare che i vertici Bper abbiano scelto di chiudere in questo periodo di lockdown proprio per non avere qualcuno tra i piedi.

Ed è proprio sui social che si è “scatenato l’inferno”. Commenti, anche pesanti, ed una situazione a dir poco fantozziana, visto che per tutta la giornata di sabato i bancomat erano inutilizzabili, sia per il pagamento pos che per i prelievi dal bancomat (per problema generale sul sistema, hanno risposto gli operatori telefonici), naturalmente fuori dal paese, perché quello di Serravalle, che rimarrà in funzione anche dopo questa chiusura, riprenderà la sua attività dal 28 maggio.

A quanto pare “inganno” e “beffa” si rincorrono vicendevolmente per dare continui dispiaceri ai Serravallesi.

Ma secondo la banca questa non è una chiusura ma “Un cambio di indirizzo”, come riporta il cartello affisso al portene d’ingresso della filiale; ma non si tratta di uno spostamento di qualche centinaia di metri, dietro l’angolo, ma bensì di 7 chilometri.

Da oggi, lunedì 25 maggio, i titolari di conto corrente della Bper di Serravalle dovranno rivolgersi alla filiale di Berra per avere i servizi richiesti, un trasloco che ha lasciato tutti spiazzati, politici compresi, che in questi giorni hanno tentato un approccio di discussione con i vertici Bper, pare senza successo.

E così, dopo 65 anni di storia, la gloriosa e tanto sudata nascita della filiale dell’ex Cassa di Risparmio di Ferrara, viene definitivamente a mancare.

Emblematico l’intervento social di un utente: “Se a questa banca non interessa più tenere una filiale a Serravalle evidentemente non interessa nemmeno i conti dei serravallesi; a questo punto conviene chiudere tutto e andate in posta.

Facciamo lavorare chi ci fornisce un servizio. È ora che iniziamo a difendere i nostri interessi con fatti concreti”.

(l.c.)

Hits: 149

Condividi: