Si riproduce soprattutto su spiagge e scanni del Delta del Po, salviamolo


Si riproduce soprattutto su spiagge e scanni del Delta del Po, salviamolo
Sagittaria Rovigo a sostegno del Fratino una simbolica specie in via d’estinzione che nidifica proprio nelle spiagge del Basso Polesine

PORTO TOLLE (RO) – Il Fratino, salito alle cronache a causa degli eventi estivi del JovaBeachParty, è un piccolo uccello appartenente alla famiglia dei limicoli, un paffutello pennuto che ha come ambiente primario di nidificazione proprio le spiagge sabbiose del Mediterraneo. Questo “fiore” delle sabbie si ciba di piccoli invertebrati che insegue sul bagnasciuga, e il suo manto beige, bianco e crema è perfettamente adattato ai colori della riva.

In provincia di Rovigo si riproduce soprattutto su spiagge e scanni del Delta del Po, entrando ovviamente in contatto diretto con le attività dei bagnanti estivi. Il suo numero è in costante calo, ridotto oramai nel nostro Delta a poco più di una decina di coppie. Il Fratino depone le uova direttamente sulla sabbia, tra marzo e luglio, stando ad alcuni metri dalla battigia, proprio dove i bagnanti sono soliti piazzare ombrelloni e gazebo.

Sagittaria opera da alcuni anni per la salvaguardia di questo piccolo volatile, il cui destino pare oramai appeso ad un filo. L’Associazione polesana è attiva in particolare su due fronti: sensibilizzazione e informazione presso il pubblico e censimento costante della presenza delle coppie nidificanti.

Nella primavera 2019 Sagittaria si è occupata in particolare della salvaguardia di due nuclei riproduttivi di questa preziosa specie. Un nido è stato trovato sullo Scanno Cavallari a Porto Levante, poco a nord del Ghebo: proprio grazie alla collaborazione con questo stabilimento balneare è stato possibile picchettare l’area del nido, in modo che fosse ben visibile ai bagnanti, i quali sono stati invitati a non entrare in contatto diretto con uova, adulti e pulcini.

Poco più a sud un secondo sito riproduttivo, il più importante quest’anno per il Fratino: alla foce del Po di Maistra, su di un piccolo scanno di neoformazione, si sono riuniti vari adulti che, nonostante il meteo avverso, hanno occupato il sito per alcuni mesi. Poco distante un cantiere idraulico, attivo per la stabilizzazione della bocca di questo ramo del Po; in collaborazione con la “Sistemi Territoriali SpA” è stato organizzato un censimento bisettimanale dell’andamento della nidificazione e per il controllo della potenziale interferenza del cantiere nei confronti delle coppie. “Con soddisfazione è stato possibile notare come i lavori non abbiano

in alcun modo danneggiato i fratini”. L’Associazione Sagittaria opera all’interno del Comitato Nazionale Conservazione Fratino (https://comitatofratino.org/), un raggruppamento di 16 associazioni attive in tutta Italia per la salvaguardia di questa specie.

Per maggiori informazioni: Facebook: SagittariaRovigo, www.sagittariarovigo.org
(Articolo di Venerdì 25 Ottobre 2019)

Hits: 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *