Allarme botulino sul Delta: “La Regione ha effettuato dei monitoraggi?”

Apprendiamo che il Parco Delta del Po della Regione Emilia Romagna ha disposto lo stop alla caccia nel raggio di tre chilometri dalla Valle delle Canne, al confine della provincia di Ferrara. Si tratta di una misura eccezionale, dovuta alla moria di uccelli anatidi che si è registrata nella zona a partire dalla scorsa settimana e che si presume causata da un’intossicazione da tossina botulinica di tipo C”.

Si esprimono così i consiglieri regionali del coordinamento Veneto 2020, che in data 8 ottobre hanno depositato un’interrogazione a risposta immediata per chiedere alla Giunta Zaia se “sono state compiute o saranno compiute analisi e verifiche nei tratti veneti o comunque confinanti con l’area polesana del fiume Po al fine di scongiurare la presenza di tossina botulina c”.

I consiglieri regionali Patrizia Bartelle, Piero Ruzzante e Cristina Guarda si chedono se la Giunta è a conoscenza di quanto successo a ridosso dei confini del territorio regionale, e che tipo di monitoraggi sono in corso, al fine di escludere la presenza del botulino nei tratti veneti del Po. Non resta che attendere le risposte della Giunta.

(tratto da: www.lapiazzaweb.it)

Hits: 7