SANT’APOLLINARE, CHIUSO IL PONTE DELLA BARCHESSA A CAUSA DEI PILONI MALANDATI – GROSSI PROBLEMI PER CHI LAVORA

Sant’Apollinare (dall’inviato Luccico). Chiuso dal maggio scorso il ponte della Barchessa continua a far parlare di sé.

Si tratta del ponte che si trova sulla strada provinciale 44 e che attraversa il canale Leone, unendo di fatto i due comuni di Jolanda di Savoia e Copparo. Una interruzione forzata dallo sgretolamento dei piloni di sostegno del ponte, non più idonei a sostenere il passaggio dei veicoli.

Questa interruzione sta provocando molti disagi in quanto sul lato Copparese si trovano alcune attività artigianali, commerciali e agricole, costrette a percorrere tragitti molto più lunghi. Operai, veicoli delle ditte, mezzi agricoli che quotidianamente devono percorrere tragitti alternativi e più lunghi per raggiungere la destinazione.

Subito dopo la sua chiusura l’amministrazione comunale di Copparo si era attivata per la sistemazione del ponte, mettendo a disposizione la propria parte di denaro. Diverso il discorso per l’amministrazione comunale di Jolanda di Savoia, che non ha saputo dare una risposta immediata.

Per la ricostruzione del ponte si parla di mezzo milione di euro, una cifra importante, soprattutto per il comune di Jolanda. Ora il “problema” è in stallo, anche per via delle elezioni. Si tratterrà di vedere se la nuova amministrazione comunale Copparese intende proseguire sulla vecchia strada per arrivare al rifacimento del ponte oppure mettere in campo nuove strategie e, soprattutto, se è intenzionata a ricostruire il ponte in tempi brevi.

Una grossa parte lo avevano fatto anche alcune ditte interessate, con la disponibilità di un aiuto economico nel caso di manutenzione straordinaria, disponibilità venuta a meno visto che si parla di rifacimento e di cifre alte. Nel frattempo però i disagi permangono, soprattutto per chi ha attività di ristorazione: gli operai, per recarsi in quel posto a pranzo, hanno dovuto scegliere posti alternativi per mancanza di tempo durante la pausa.

Si parla anche di una petizione: raccolta di firme per sensibizzare le amministrazioni in un rifacimento in tempi compatibilmente ristretti. E l’amministrazione provinciale? Se lo chiedono in molti, visto che si tratta di una strada provinciale. Visto i nuovi scenari politici non è da escludere la chiamata in causa della provincia da parte del Comune di Copparo.

Insomma, una situazione in continua evoluzione, che si configurerà meglio una volta che le “nuove” amministrazioni avranno preso pieno possesso delle loro cariche. Ma nel frattempo ci sono cittadini, operai, imprenditori, che ricordano che stanno attraversando e cercando di superare le difficoltà.

Hits: 29