JOLANDA DI SAVOIA, UN’OPERAZIONE CONGIUNTA DI POLIZIA PROVINCIALE E GUARDIE VOLONTARIE PORTA AL RECUPERO DI OLTRE 400 KG DI CARPE

Jolanda di Savoia. Una operazione congiunta tra Polizia Provinciale e Guardie Volontarie UPE ha permesso il recupero di oltre 400 chili di carpe, liberati dalle reti abusive dei bracconieri, ed il sequestro di 1000 metri di rete abusive.

Il tutto è avvenuto nella notte tra martedì 16 e mercoledì 17 aprile, nel canale Foscari a Jolanda di Savoia. L’operazione è partito grazie alla segnalazione di un coadiutore impegnato nelle operazioni di contenimento della nutria nel comune di Jolanda di Savoia, in seguito alla quale agenti provinciali e volontari Upe sono arrivati di notte lungo il canale provocando la fuga immediata dei bracconieri intenti a pescare illegalmente.

“Un controllo – ha spiegato il comandante della polizia provinciale Claudio Castagnoliche ha permesso il recupero e la liberazione di un notevole quantitativo di pesce, sottraendolo così ai bracconieri che avrebbero potuto facilmente impossessarsene”.

“Un altro esempio che mi fa particolarmente piacere rilevare – prosegue Castagnoli – sono gli effetti positivi prodotti dalla collaborazione tra polizia provinciale e volontariato, impegnati insieme nella lotta contro il bracconaggio e per tutelare il nostro patrimonio ambientale”.

La soddisfazione è espressa anche dall’Upe: “Una serata ordinaria di lotta al bracconaggio, con il recupero di reti abusive e successiva liberazione del pesce. Per fortuna ancora vivo. Un plauso ai ragazzi intervenuti come volontari nella notte di ieri: senza queste sentinelle il nostro territorio sarebbe abbandonato a se stesso, preda di delinquenti e reati ambientali.

Un sincero ringraziamento va anche alla Polizia Provinciale di Ferrara, prontamente intervenuta al fianco delle Guardie Ittiche, garantendo sicurezza durante le operazioni di recupero”.

(d.m.b.)

Hits: 16

Condividi: