sabato, Luglio 20, 2024
News

BERRA – VANDALIZZATO MERCOLEDI’ 11 OTTOBRE L’ESTERNO DELLA PALESTRA DI BERRA NELL’AREA DEDICATA A TUTTI – DURA REPRIMENDA DEL SINDACO – QUALCUNO CHIEDE ANCHE LA RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA

Berra – “Mercoledì 11 ottobre qualcuno purtroppo ha avuto l’infelice idea di “vandalizzare” l’esterno della palestra di Berra, luogo adibito allo spirito sportivo e all’esercizio ginnico nonchè al sano e si sottolinea sano divertimento”.

A darne comunicazione è l’amministrazione comunale di Riva del Po, che ricorda: “Come non vi sia alcuno svago nella distruzione. L’amministrazione comunale nella persona del Sindaco, Andrea Zamboni, ha proceduto a denunciare il fatto alle autorità”.

Si tratta del campo che si trova di fianco alla palestra comunale di via Montessori, recintato ma accessibile a tutti ed in qualsiasi momento, un ampio appezzamento di proprietà dell’amministrazione comunale di Riva del Po, messo a disposizione della popolazione.

Negli anni scorsi vi erano stati costruiti campi di Beach Tennis, dove sono stati organizzati tornei e rimasti in funzione per alcuni anni grazie alla manutenzione da parte di giovani volontari del paese, ed anche un campo di calcetto. In passato la stessa area è stata utilizzata per mostre canine, per giochi della gioventù ed altro ancora. Insomma, un’area ideale per tutti, dove nella parte ad est e a sud sono presenti alberi che fanno ombra nei giorni più caldi.

Si potrebbe definire un’oasi. L’arrivo del covid e le restrizioni ne hanno cambiato il suo essere, ma rimane pur sempre un’area dedicata, dove ora è vietato entrare con i cani, anche se in molti non rispettano questa ordinanza. Sta di fatto che i “soliti” incivili hanno provocato danni.

“Questi sono vandali che non rispettano il patrimonio pubblico – sono le dichiarazioni del sindaco Andrea Zamboni – chi compie danneggiamenti come oggi o dispersione di rifiuti, deveno rendersi conto che si rendono responsabili di sperpero di risorse pubbliche, denaro, che invece di essere utilizzato per fare interventi ed investimenti o servizi è usato per rimediare al danno provocato, persone senza buon senso o in generale senso civico”.

La speranza è che simili atti non si verifichino più e che vengano individuati i responsabili a breve. Sono molti i giovani del paese che da tempo chiedono la riqualificazione dell’area, che vengano costruiti impianti capaci di dare risposte sportive, alternative al “solito” calcio, magari cercando gestori specifici del settore. Ma c’è anche tanta voglia di controllo per la sicurezza di tutti, perché nell’area è stato segnalato più volte la presenza di cani di grossa taglia, con annessi proprietari.

Qualche cittadino ha ammesso che, pur essendoci il divieto di far entrare i cani, ha usato l’area con il proprio cane come rifugio dai cani liberi di girare per il paese. Ritornando all’area in questione.

“Senza ombra di dubbio questi sono fatti che non dovrebbero mai accadere e vanno sicuramente perseguiti. Ma in questo luogo quali strumenti sono presenti ed utilizzabili ai fini della pratica dello sport e dell’esercizio ginnico? – si chiede e chiede Loris, uno dei tanti giovani che prima del covid ha cercato di tenere viva l’area – Pare più che altro essere in un completo stato di abbandono”.

Sino molti i cittadini che chiedono di far sì che quell’area venga utilizzata “bene”, che significa anche più controllo e minor possibilità di compiere atti vandalici come quello di questa volta.

(dmb)

Views: 76

Condividi: