giovedì, Luglio 18, 2024
Sport

BERRA – TERMINATI I CAMPIONATI EUROPEI DI TIRO CON L’ARCO INDOOR DI LASKO IN SLOVENIA – GRANDE SODDISFAZIONE PER I RISULTATI DA PARTE DI FLAVIO VALLESELLA TECNICO E DIRETTORE SPORTIVO DELLA SQUADRA ITALIANA

Berra – Sono terminati i Campionati Europei di Tiro con l’arco indoor di Lasko in Slovenia con l’Italia che è andata oltre ogni aspettativa. Un rientro nella casa di Berra trionfale per il Tecnico e Direttore Sportivo del settore Compound Flavio Valesella, che ha guidato e portato a vittorie importante i “suoi” atleti, tra i quali anche Tonioli Marcella (originaria di Portomaggiore).

“Questa era la prima uscita dell’anno in veste di Direttore Sportivo – commenta raggiante Valesella – e direi che è andata bene, anche oltre le aspettative. Devo ringraziare tutti gli atleti, maschili e femminili, Junior e Senior, per i risultati ottenuti. Un grazie dovuto e complimenti all’emozionato Coach Stefano Mazzi, che ha preso il mio posto nel settore giovanile, ruolo che ho svolto per tanto tempo”.

Poi un commento tecnico. “La squadra femminile era la prima gara che tiravano insieme, dal momento che Elisa Roner è arrivata quest’anno dal settore giovanile, mentre Marcella Tonioli e Irene Franchini hanno un esperienza decennale alle spalle. Per loro trasferta più che positiva anche perché in semifinale hanno eguagliato il record italiano con 237 punti di 240.

Il settore giovanile è andato oltre le aspettative, visto che anche loro, oltre la poca esperienza a gare di livello, non si sono molto affiatate per il particolare periodo e gli impegni scolastici. Bene anche il settore maschile, sia il giovanile che senior. Anche qui due formazioni totalmente indebite, nelle quali avevo riposto delle aspettative, non tanto da podio ma per una verifica dei risultati, che in gare simili possono scendere notevolmente, e di una verifica di tenuta psicologica, sopratutto nel giovanile, davanti ad avversari che rappresentano il meglio dell’Europa”.

“Questi europei hanno confermato, per l’ennesima volta – conclude Valesella – che nel nostro sport l’insegnamento della tecnica di tiri compound, fonda su basi altamente personalistiche, oltre che locali. Per esempio la nazionale della Turchia, al completo con 12 elementi, ne ha 10 che usano e anche molto bene il rilascio a polsino”.

Da segnalare la presenza di atleti provenienti da 30 nazioni diverse.

(red)

Views: 72

Condividi: