giovedì, Luglio 18, 2024
News

RO – INIZIERA’ TRA POCO L’ANNO SCOLASTICO E CI SARA’ ANCORA LA PRIMA CLASSE ELEMENTARE – SCONGIURATO IL PERICOLO DELLA CHIUSURA, ALMENO PER QUEST’ANNO

Ro – Manca poco, molto poco all‘inizio dell’anno scolastico e tutto è pronto per la riapertura della scuola elementare di Ro. Sembrerebbe, come tante, una cosa normalissima ma tale non lo è, perché la frazione di Riva del Po ha rischiato di perdere la classe prima, a causa della diminuzione di alunni iscritti.

“È stata una primavera calda – commentano alcuni genitori dei bambini della classe prima – quando siamo stati raggiunti dalla notizia della chiusura della classe e dicevano di spostarci su Berra siamo rimasti pietrificati”.

Poi la corsa, sia da parte dell’amministrazione comunale che della dirigenza scolastica, per riuscire ad ottenere un distaccamento e quindi proseguire l’attività a Ro. “La soluzione non ci rende completamente soddisfatti – ribadiscono i genitori – però va bene così. Lunedì si parte, con molto entusiasmo e speriamo che da questa brutta storia si prenda la giusta istruzione per fare meglio in futuro”.

Le polemiche sono ormai alle spalle, fin quando è arrivata la notizia ufficiale del mantenimento della classe a Ro. La più tartassata è stata sicuramente l’amministrazione comunale, con il dito puntato sul sindaco Zamboni e l’assessore Brandalesi, rei di non aver saputo mettere in campo le giuste credenziali, le giuste motivazioni per attirare bambini dai paesi vicini, proprio come fanno gli altri. E questo deve aver insegnato qualcosa, perché l’amministrazione ha da tempo avviato il percorso dei servizi scolastici accessori, con un progetto nuovo ed innovativo, che partirà subito dopo l’inizio dell’anno scolastico.

“Non ci hanno ancora comunicato nulla – ci spiegano i genitori della classe prima – ma diciamo che tutto è apposto. Iniziamo questo anno con la speranza che tutto vada bene, anche per gli anni scolastici a venire”.

Secondo i dati anagrafici pare che nelle prossime prime non ci siano problemi di numeri, però l’amministrazione ha capito che bisogna offrire servizi, oltre le normali lezioni, se si vuole mantenere ed attirare bambini. E, come preannunciato dal sindaco Zamboni, si augura che venga attivato anche un servizio di campi estivi, tanto caro e utile, che da un paio di anni è stato trascurato e tralasciato.

“Viviamo con delle speranze – concludono i genitori – ed una di quelle è che si possa proseguire il cammino scolastico fino alla classe quinta qui a Ro”.

(d.m.b.)

Views: 37

Condividi: