BERRA – NON E’ PASSATO SOTTO SILENZIO L’ATTEGGIAMENTO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEL COMUNE DI RIVA DEL PO PAOLO MANZOLI NELL’ULTIMO CONSIGLIO COMUNALE – CRITICHE DA MINORANZE E CITTADINI

PAOLO MANZOLI

Berra – Sta facendo molto discutere l’atteggiamento tenuto dal presidente del consiglio comunale di Riva del Po Paolo Manzoli nell’ultima seduta del consiglio (in striming) di venerdì 14 maggio, che ha negato la parola all’assessore Daniela Simoni.

La consigliera Simoni chiedeva la parola per una comunicazione, mentre il Presidente, appellandosi al regolamento, dichiarava inammissibile la possibilità di dare la parola alla consigliera. La cosa è apparsa non chiara. All’ordine del giorno non erano inserite le comunicazioni; lo stesso Presidente ammetteva che se la consigliera  avesse chiesto la parola prima di passare al punto successivo avrebbe potuto intervenire.

Se da una parte il regolamento in merito è poco conosciuto, dall’altra parte c’è il fatto che la logica e soprattutto l’equità consigliare vorrebbe che chiunque durante il consiglio comunale avesse la possibilità di intervenire.

Perplessità e dubbi sono stati espressi anche dall’ex vicesindaco Roberto Contato. “Sconcertante – commenta l’ex vicesindaco – Ho ascoltato la dichiarazione della Segretaria Comunale che pubblicamente dichiara che le richieste di chiarimenti da parte dei consiglieri comunali, per avere risposte (cosa di cui dubito, ma ammetto di non conoscere il regolamento), devono obbligatoriamente essere formulate dal Presidente del Consiglio Comunale.

Ebbene, io non conosco la richiesta oggetto del contendere, ma credo che un Presidente del Consiglio Comunale imparziale abbia il dovere morale di ascoltare e tutelare tutte le rappresentanze dei cittadini a partire proprio dalle minoranze. Mi sarei quindi aspettato un suo intervento che, seduta stante, autorizzasse le risposte.

In assenza anche di questo nessuno può vietare alle forze di maggioranza di rispondere. Tutto ciò non è avvenuto, mi auguro per distrazione o stanchezza, ma questo comportamento lascia molti spazi a dubbi e incertezze”.

Ma le critiche al presidente Manzoli non sono finite qui. “L’unica cosa che mi ha insegnato questa seduta – ha detto Serena Occhi (Futuro eco-compatibile) –  e che i tempi di intervento devono essere rispettati solo dalle minoranze”, con chiaro riferimento ai 20 minuti concessi all’assessore Pozzati per il suo intervento.

Dal canto suo, lo stesso Manzoli, vedendosi duramente criticato, interveniva dicendo che “Non ho mai vietato a nessuno di intervenire e ne sono testimone le registrazioni dei consigli comunali”.

(d.m.b.)

(CLICCA PER RIVEDERE IL CONSIGLIO COMUNALE DEL 14 MAGGIO SCORSO)

Hits: 306

Condividi: