RIVA DEL PO – LA GIUNTA COMUNALE HA ACCOLTO LA VALIDAZIONE DEL PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE – ORA SIAMO PRONTI AD AFFRONTARE TUTTE LE CALAMITA’

Riva del Po – La Giunta comunale di Riva del Po ha accolto la validazione del piano comunale di Protezione Civile, un impegno in seno ai comuni che devono rilevare, raccogliere ed elaborare ed aggiornare, i dati relativi alla Protezione Civile, nonché prevedere all’approntamento di aree attrezzate per fare fronte a situazioni di crisi e di emergenza.

Spetta sempre ai Comuni la vigilanza sulla predisposizione, da parte delle strutture locali di protezione civile, dei servizi urgenti, compresi quelli assicurati dalla Polizia Municipale, da attivare in caso di eventi calamitosi come anche l’informazione della popolazione sulle situazioni di pericolo e sui rischi presenti sul proprio territorio.

Un incarico pesante e gravoso, complesso nel suo insieme, attuato con la speranza di non doverlo mai attivare. Importantissimo porre l’attenzione sull’attivazione degli interventi di prima assistenza e all’approntamento dei mezzi e delle strutture a tal fine necessari; poi la predisposizione di misure atte a favorire la costituzione e lo sviluppo, sul proprio territorio, dei gruppi comunali e delle associazioni di volontariato di Protezione Civile, nella fattispecie garantita anche dalla locale sezione di Ro, attiva da molti anni con risultati eccellenti.

Dal 2015 esiste anche una convenzione tra i Comuni (variata per via dei cambiamenti interni all’unione) per il trasferimento all’Unione della Protezione Civile, con un servizio associato per la programmazione della previsione e prevenzione dei rischi e della pianificazione da attuare per fronteggiare le emergenze.

Come detto l’Unione dei Comuni è l’ente coordinatore per la predisposizione dei piani comunali e sono stati effettuati gli studi di microzonazione sismica e di analisi della condizione di limite per l’emergenza e recepiti dai piani di emergenza comunali. Il Piano di Riva del Po prevede aree di raccolta, individuate per lo più presso i campi sportivi, idonei ad cogliere anche emergenze di elicotteri, quali quelli del 118.

Va rilevato che non tutte le 8 frazioni sono provviste del campo sportivo e non tutti i campi sportivi sono idonei ad accogliere gli elicotteri. Ma nulla è lasciato al caso, come è presto individuabile nelle quasi 200 pagine che raccolgono tutte le informazioni necessarie.

(d.m.b.)

Hits: 74

Condividi: