ARIANO FERRARESE – IDENTIFICATA DAI CC DI MESOLA LA BANDA CHE IL 15 AGOSTO AVEVA TRUFFATO PER 15MILA EURO R. V. TITOLARE DELL’EDICOLA E TABACCHERIA DI ARIANO – I MALVIVENTI, TUTTI PROVENIENTI DALLA CAMPANIA, DOVRANNO RISPONDERE DI TRUFFA AGGRAVATA IN CONCORSO

Ariano Ferrarese – Una truffa bella e buona ma alla fine la banda è stata identificata: sono otto persone, quattro uomini e quattro donne, tutti residenti tra le province di Napoli e Caserta.

Il colpo, da 15mila euro, era andato a segno l’11 agosto quando un individuo si era presentato presso l’edicola “Tabacchi e lotto” in piazza ad Ariano Ferrarese presentandosi come dipendente di un’importante società di gestione dei software per tabaccherie e centri scommesse.

Con l’inganno l’uomo era riuscito a ottenere 15 ricariche da 995,55 euro ciascuna. Solamente il giorno dopo la titolare della tabaccheria si era resa conto di essere caduta in un tranello e si era rivolta ai carabinieri della stazione di Mesola per sporgere denuncia.

Dopo 6 mesi di indagini e accertamenti i militari della stazione di Mesola sono riusciti a identificare alcuni degli autori del raggiro e destinatari delle somme sottratte con l’inganno, ora accusati di truffa aggravata in concorso.

Alcuni dei truffatori sono stati individuati: si tratta di A.Y., quarantenne marocchino, residente nel casertano; Z.R., cinquantaseienne casertana; P.V., ventottenne casertana; C.C., cinquantottenne casertana; D’A.L., ventiduenne casertano; D’A.C., ventisettenne casertano; M.E., ventinovenne napoletano; A.M., ventiquattrenne napoletana.

Dovranno tutti rispondere del reato di truffa aggravata in concorso.

(d.red.)

Hits: 303

Condividi: