SERRAVALLE – STANZIATI 690.000 € PER LA RICOSTRUZIONE DEL PONTE PIETROPOLI (DAL SGNOR CHECO) – I DISAGI PER LA POPOLAZIONE SARANNO NOTEVOLI E SI STA STUDIANDO UNA SOLUZIONE PRATICA E INDOLORE

Serravalle – Un investimento di 690.000 euro, stanziati tra il 2020 e 2021, per la ricostruzione del
Ponte Pietropoli, meglio conosciuto come il ponte “dal sgnor Checo“.

A darne comunicazione è l’assessore comunale ai lavori pubblici Marco Pozzati, che nei giorni scorsi, assieme ai colleghi, ha partecipato all’incontro provinciale sui lavori pubblici.

“Tra i vari lavori previsti nel nostro territorio – spiega Pozzati – è previsto, ma lo era già dalla programmazione 2020, un intervento di demolizione e rifacimento del Ponte Pietropoli sulla SP12 presso l’abitato di Serravalle”.

Il ponte è stato reso a limitazione al transito con introduzione di un senso unico alternato nel maggio del 2019, decisione presa dalla Provincia dopo che un cittadino aveva segnalato l’apertura di crepe sospette nei piloni di sostegno.

“Credo che le risorse a disposizione siano evidentemente poche e che l’unico metodo per trattare tutti allo stesso modo sia l’introduzione di un metodo di valutazione che tenga conto di diversi fattori così come è stato fatto – riprende Pozzati – Naturalmente alla matematica bisogna unire il buon senso e per questo mi sono permesso alcuni suggerimenti in sede di riunione. Ho chiesto che prima di cominciare un intervento si guardi il contesto in cui è inserito ed ho fatto l’esempio di Ponte Pietropoli.

Considerato che in sede di rifacimento del ponte, la SP12 sarà interrotta e quindi tutto il traffico da Berra verso Ariano Ferrarese e viceversa verrà veicolato sulla sp 17 bis (la strada che va da Ponte Albersano alle Contane), sia quello leggero che pesante, sarebbe ottima cosa sistemare prima la SP17 bis (anch’essa prevista tra i lavori da fare) in modo che ritorni ad essere una strada con tutti i canoni di sicurezza.

La programmazione attuale invece dice il contrario, prima il ponte e poi le strade. Considerato il disagio notevole sia per i nostri concittadini che per chi viene da fuori a lavorare nel nostro territorio, si chiede almeno che le strade alternative siano sicure. Questo mi sono permesso di sottolineare in conferenza – conclude l’assessore – Colleghi di altri comuni hanno ravvisato e sottolineato aspetti analoghi. Vedremo nei prossimi mesi se ci saranno le intenzioni di rimodulare qualche intervento”.

(d.m.b.)

Hits: 224

Condividi: