BERRA – INCONTRO SINDACO E RAPPRESENTANTI SCUOLA MATERNA DI COLOGNA SULLA FACCENDA DELLA LEGIONELLA – LA RAPPRESENTANTE DEI GENITORI NON HA NASCOSTO UNA PROFONDA DELUSIONE PER IL COMPORTAMENTO DEL SINDACO – SECONDO IL SINDACO NON C’E’ NESSUN PROBLEMA: BISOGNEREBBE LAVORARE ASSIEME…

IL SINDACO DI RIVA DEL PO ANDREA ZAMBONI

Berra – Un incontro tra gli amministratori e la rappresentanza della scuola materna di Cologna si è tenuta ieri mattina, venerdì 23 ottobre, in municipio a Berra, un incontro chiesto da tempo dai genitori ma che, vista l’emergenza Legionella in corso, non poteva che essere quello l’argomento principale della discussione.

Per l’amministrazione presente il Sindaco Andrea Zamboni e l’assessore comunale alla pubblica istruzione Silvia Brandalesi, mentre per i genitori la rappresentante Martina Simioli.

“Esco dal mio colloquio veramentene amareggiata dal fatto di essermi scontrata con l’amara verità che l’amministrazione non è interessata al confronto con i cittadini – è il primo commento della rappresentante dei genitori – Questa situazione di straordinaria emergenza capitata sul nostro comune poteva  e a mio avviso doveva servire a insegnarci a fare di meglio nel prossimo futuro. Purtroppo ho trovato solo chiusura mentale e un rimbalzo di responsabilità.

Quello che le famiglie cercavano, ossia più dialogo e collaborazione con l’amministrazione pubblica, ho capito non essere una loro priorità”.

È da tempo che i genitori, e non solo quelli di Cologna, lamentano una mancanza in seno all’ufficio scuola del comune, pressoché assente se non inesistente, e con gli Amministratori.”

Dopo un preludio, in cui il Sindaco mi ha dato le sue rassicurazioni sulla questione Legionella, informazioni che erano già in mio possesso – riprende Simioli – ho elencato le  mancanze e le problematiche riscontrate dai genitori. Queste comprendevano il ritardo dei campionamenti, l’errata raccolta dei campionamenti, la mancanza di informazione da parte del comune, la poca collaborazione nella gestione dell’alternativa da proporre ai genitori.

Durante il colloquio non ci sono state proposte per comprendere meglio le esigenze delle famiglie né per evitare il ripetersi di queste situazioni. In conclusione: un gran giro di parole che non ha portato e non porterà a nulla. Credo che questa sia una grossa sconfitta – ha precisato la rappresentante – per la politica e la gestione locale”.

Sulla questione “ritardo” dei campionamenti Simioli precisa: “Il Sindaco mi ha detto che il Cadf aveva dato quelle tempistiche. Io avevo contattato il responsabile del cadf il quale mi ha confermato che il loro laboratorio analisi era attivo da luglio. Loro, come cadf, non hanno dato nessuna tempistica ma hanno ricevuto il campione solo il 1° ottobre.

Quando ho reso nota questa informazione agli amministratori, non hanno saputo aggiungere altro. Oltretutto tra la raccolta del campione e la consegna dello stesso al laboratorio – precisa Simioli – sono passati almeno 10 giorni. Il Sindaco mi ha detto che avrebbe verificato questa ultima mia dichiarazione con i suoi tecnici”.

Più rassicurante e molto stringato il commento del Sindaco. “L’incontro non è andato male – ha detto Zamboni – è stato rilevato un deficit di comunicazione , segnalato dai rappresentanti, che ritengo comunque superabile se si lavora insieme”.

(d.m.b.)

Hits: 206