martedì, Luglio 23, 2024
News

BERRA – LA FUSIONE DEI COMUNI BERRA E RO NON HA PORTATO I VANTAGGI PROMESSI – LA LISTA DEI LAVORI DA ESEGUIRE E’ LUNGA E RICHIEDERA’ ALMENO DUE LEGISLATURE – IL TEATRO COMUNALE DI BERRA, PER ESEMPIO…

Berra – La lista dei lavori pubblici del comune di Riva del Po è lunga, molto lunga, tanto che sarà difficile portarla a compimento, anche solo dando il via ai stessi lavori prima della scadenza di mandato della Giunta Zamboni.

Una lista che è stata letta nell’ultima seduta consigliare da parte dell’assessore Pozzati. Eppure vi sono altri lavori che devono essere fatti e non rientrano in questa lista. Uno di questi è l’adeguamento alla conformità del teatro comunale “Orestino Tumiati” di Berra.

Era sicuramente una priorità dell’ex assessore Filippo Barbieri, che prima delle dimissioni affermò che : “Ora, con l’arrivo dei contributi nelle casse comunali, si può procedere all’ultimazione dei lavori e alla riapertura del teatro”. 

Nessuna voce invece da parte del suo successore. Dopo quasi un anno da quelle dichiarazioni – era l’inizio legislatura del comune di Riva del Po – iniziò la pandemia, ma fino a quel momento e nonostante i soldi arrivati dalla fusione nulla fu fatto. Poi l’emergenza sanitaria ha fermato tutto e così il teatro è lì, immobile, in attesa di lavori, pronto per quando si riapriranno i giochi, se si riapriranno. Però il teatro non interessa più a nessuno.

Un investimento che rischia di diventare “vecchio” senza essere usato. È giusto ricordare che il teatro è stato ristrutturato, con denaro pubblico (quasi 350mila euro di contributi ed il resto – cifra mai resa nota – a carico dell’ex comune di Berra), proprio perché non diventasse uno stabile da macello. Il teatro è chiuso da circa 4 anni, anche se alcune iniziative sono state svolte, grazie a disposizioni sindacali, e rischia di accumulare altri ammaloramenti, aggiungendo lavori su lavori.

E nel mentre si attende l’arrivo del nuovo capo ufficio tecnico comunale (le voci parlano dell’insediamento entro fine mese), che come priorità non avrà certo i lavori di adeguamento al teatro. Insomma, si dovranno attendere tempi lunghi per poter rivedere il teatro nuovamente agibile.

(d.m.b.)

Views: 319

Condividi: