Ottobre Culturale Serravallese – SERATA DEDICATA ALL’ARCHEOLOGIA VENERDI’ 9 OTTOBRE 2020 – SEGNATA DALLA PARTECIPAZIONE DEL G.A.F., GRUPPO ARCHEOLOGICO FERRARESE, CHE HA ILLUSTRATO LE ULTIME SCOPERTE VICINE A NOI

OTTOBRE CULTURALE SERRAVALLESEBELLA E INTERESSANTE SERATA VENERDI’ 9 OTTOBRE CON IL GRUPPO ARCHEOLOGICO FERRARESE-G.A.F. ORGANIZZATA DALL’ASSOCIAZIONE PALIO

Serata dedicata all’archeologia locale, quella che si è tenuta venerdì 9 ottobre scorso presso la Sala Grande della Parrocchia.

Tre gli ospiti del Gruppo Archeologico Ferrarese, che hanno relazionato sulle scoperte del nostro territorio.

Liviano Palmonari, che iniziando dalle scoperte di superfice, quelle visibili all’occhio senza bisogno di scavi, possono essere segno d’insediamento e indicative di quanto potrebbe esserci nel sottosuolo. Da qui il più volte ripetuto invito a tutti di segnalare eventuali reperti che possiamo incontrare durante una camminata lungo un canale, o magari durante i lavori agricoli nelle nostre campagne.

Il Dott. Marco Bruni archeologo, ha parlato delle tecniche di scavo, prendendo in esame i vari siti del copparese interessati, con particolare riferimento a quelli del territorio del comune di Riva del Po. La presenza di manufatti e reperti di età molto antica, fa dire agli studiosi che di non sole valli era composto il territorio in cui viviamo, ma era terra d’insediamento umano.

La Dott.ssa Flavia Amato archeologa, ha poi intrattenuto i presenti sulla ormai nota scoperta fatta nella vicina Coccanile. Dopo la segnalazione di materiale antico nei pressi del corso d’acqua del canale Naviglio, gli scavi hanno messo in luce i resti di un edificio di culto, una Pieve, riferibile al VI-VII secolo e la presenza di dodici sepolture. Dalla stratigrafia è emerso che, per le sopravvenute modifiche del canale, il sito è stato abbandonato intorno al IX secolo, con il contestuale recupero dei laterizi di età romana.
Con dovizia di particolari la Dott.ssa Amato ha minuziosamente spiegato, attraverso numerose immagini, quali siano stati i ragionamenti fatti per comprendere e analizzare il materiale ritrovato.

Serrata sicuramente interessante che ha fatto pensare a più di un partecipante che anche vicino a noi, probabilmente nel nostro stesso paese, anche in secoli antichi la vita umana e non solo animale, era presente.

Leonardo Peverati – 11 ottobre ’20

Hits: 155

Lascia un commento