COPPARO – IL MUSEO “LA TRATTA” CONSERVA AL SUO INTERNO OGGETTI RIFERITI ALLA “CIVILTA’ CONTADINA” E APPARTENUTI AL MITICO SEVERINO PERON – MA MOLTI DI PIU’ SONO QUELLI “ABBANDONATI” ALLA RUGGINE E AL DEGRADO E CHE SI TROVANO ALL’ESTERNO DEL MUSEO – PECCATO

Copparo – “Ho una notizia bella e una brutta: quale vuoi per prima?” tutti noi, almeno una volta, abbiamo fatto questa domanda. Bene. La notizia bella l’abbiamo data un po’ di giorni fa e riguardava il ritorno dell’esposizione dei reperti storici della “Civiltà Contadina“, un tempo appartenuti al berrese Severino Peron ed ora esposti al museo La Tratta a Copparo.

Ora arriva quella brutta. La maggior parte degli stessi sono in pessimo stato. A rilevarlo è il nipote di Peron, Dario Capatti di Berra.

“In attesa di entrare al museo “la Tratta” del Comune di Copparo, mi sono fatto un giro nel cortile posteriore dove sono “conservate” alcune delle macchine agricole voluminose che erano di proprietà di Severino Peron. Purtroppo quanto affermato nel precedente post su questo tema è confermato dalle immagini che allego. Il legno è marcito ed il metallo arrugginito.

All’interno, purtroppo, ho trovato ben poco di quanto i miei occhi di bambino ricordavano. Ma non posso sapere se tutto o solo parte degli oggetti che lo zio Severino allestiva nel suo museo debbano essere presenti. Se la collezione è stata acquistata in toto, posso affermare che mancano oggetti.

Il museo è condiviso da altre due entità che curano l’esposizione dei propri cimeli e quindi gli oggetti dello zio Severino sono “orfani”, con tutto quanto ne consegue”.

(m.b.)

Hits: 88

Condividi: