RIVA DEL PO – NOVITA’ SUL PAGAMENTO DELL’IMU: SI POTRA’ PAGARE L’ACCONTO DEL 16 GIUGNO ENTRO IL 16 SETTEMBRE – MA SOLO PER LA PARTE DI COMPETENZA DEL COMUNE – LO STATO, LA SUA PARTE, LA VUOLE TUTTA E SUBITO – CON BUONA PACE DEL COVID 19

Riva del Po – Alla luce di una risoluzione uscita l’8 giugno scorso il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) ha precisato che il differimento dell’IMU può essere esercitato dal comune con esclusivo riferimento alle entrate di sua spettanza e non anche a quelle di competenza statale.

In questi giorni il dibattito tra MEF e Corte dei Conti mette le amministrazioni in difficoltà nel valutare lo schema di delibera da adottare e sta proponendo le opportune determinazioni, ma sembra ormai chiaro la revoca parziale della quota IMU, che rimane ferma per quella statale al 16 giugno 2020.

“Come Amministrazione Comunale di Riva del Po – spiega Raffaella Nalli, assessore al bilancio – ed in ragione della grave crisi economica determinata dalla pandemia COVID-19, riteniamo sia opportuno salvaguardare il tessuto economico del territorio comunale, prevedendo la possibilità di corrispondere la prima rata dell’IMU relativa al 2020 entro il 16 settembre 2020, per la quota spettante al comune e solamente per i contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche.

Penso a quelle persone licenziate o con il lavoro sospeso in seguito al COVID-19, alle attività economiche che hanno interrotto o diminuito l’attività e a tutti quei soggetti che hanno risentito degli effetti negativi dell’emergenza epidemiologica da virus Covid-19.

Tutti questi soggetti possono corrispondere l’acconto IMU 2020, quota Comunale, dal 16 giugno 2020 al 16 settembre 2020, attestando la difficoltà economica entro il 16 settembre 2020 su apposito modello predisposto dal comune, pubblicato e scaricabile dal sito istituzionale del comune.

Chi invece non ha subito difficoltà legate strettamente alla fase di emergenza sanitaria COVID-19, deve rispettare la data del 16 giugno 2020. Chi attesta una situazione economica di difficoltà non reale – precisa l’assessore – decade dall’agevolazione ed è soggetto a sanzioni ed interessi”.

Per chiarimenti e informazioni rivolgersi al Settore Tributi Unico Associato Copparo/Riva del Po 0532 864610
Email: ematteucci@comune .copparo.fe.it

(d.m.b.)

Hits: 177

Condividi: