SERRAVALLE – DOPO OTTO MESI DI BUIO, FINALMENTE, IN VIA GRANDI E’ TORNATA LA LUCE…

VIA GRANDI

Serravalle (dall’inviato Luccico) Dopo oltre otto mesi passati al buio in via Grandi a Serravalle è ritornata la luce. È servito un intervento straordinario, una “minaccia”, da parte della pubblica amministrazione perché la ditta Openfiber provvedesse a ripristinare il danno causato alla pubblica illuminazione.

“I lavori non sono ancora completamente terminati – ci spiega l’ufficio tecnico comunale – ma da un paio di sere tutti i lampioni (tranne quelli con le lampadine bruciate) sono accesi”.

Il danno era stato provocato durante la posa della fibra ottica, un danno non indifferente, tanto che la open fiber ha dovuto avvalersi di una ditta esterna qualificata nel settore della pubblica illuminazione per poterlo ripristinare ed è stato anche il motivo dei ritardi di tali lavori.

Ora però si attende un intervento sui punti luce: sono molte le lampadine fulminante. Su questo problema deve intervenire l’amministrazione comunale, che ha già annunciato l’intervento.

“Sappiamo benissimo che in tutti il comune ci sono molte lampade rotte – dice l’ufficio tecnico comunale – e per questo abbiamo in programma un ripristino su tutto il territorio comunale. L’intervento inizierà a breve e gradualmente provvederemo a cambiare tutte le lampadine rotte. Con un po’ di pazienza daremo la luce a tutti”.

Il problema “pubblica illuminazione” sul territorio comunale di Riva del Po è annoso e gravoso, sin da quando esistevano i due comuni (Ro e Berra).

Sono circa 2300 i punti luce che il sindaco Andrea Zamboni vorrebbe sistemare definitivamente, con luci moderne ed un servizio moderno, ed i cittadini se lo augurano. Ma sull’argomento il primo cittadino glissa. “Vi dirò; per ora nulla di concreto”. Ma sul da farsi le idee chiare il sindaco le ha, sa perfettamente quello che vuole. Premesso che abbiamo in essere un impianto di pubblica illuminazione a dir poco pietoso, i tempi di intervento non saranno brevi.

Adesso però che i contributi per la fusione sono “ritornati” un pensiero sicuramente sarà rivolto anche in questo settore, attualmente l’unico che coinvolge l’intero comune.

Hits: 43