lunedì, Aprile 22, 2024
NewsPolitica

BERRA – ELEZIONI – LA LEGA DI SALVINI CI RIPROVA E CI SPERA MOLTO MA NON HA ANCORA DECISO LA SQUADRA – TUTTE LE LISTE SONO IN DIVENIRE TRANNE “GENTE DI RIVA DEL PO” CHE PARE AVERE LE IDEE CHIARE – VEDREMO…

Berra – La Lega Salvini di Riva del Po ci riprova e per farlo si affida a Sisto Merolla. In un incontro con i vertici locali, Merolla ha iniziato il percorso per riformare il gruppo della Lega, che tanto entusiasmo e lustro aveva avuto durante la campagna elettorale scorsa ma che la cocente sconfitta – meno della metà dei voti conquistati dai vincitori che ora amministrano il comune – aveva di molto attenuato i propositi iniziali.

All’incontro che si è tenuto nei giorni scorsi, oltre a Merolla, erano presenti gli attuali consiglieri comunali di Riva del Po Alberto Benini (capogruppo) e Fabiana Bellettato, Simone Mazzei, Nicola Brancaleon, Giuseppe Brina, Ottavio Curtarello e Bernadette Masarati. Dopo questo primo incontro, il capogruppo Benini ha detto: “Non rilasciamo dichiarazioni ancora per un mese e forse anche due, per il semplice motivo che stiamo ancora creando il gruppo”.

Non è ancora definito se sarà il gruppo di nomi che parteciperà alla prossima tornata elettorale oppure che appoggerà una lista esistente. “La Lega comunque ci sarà – ha aggiunto Benini – questo lo posso garantire. In base agli eventi si farà qualcosa”.

Eventi che potrebbero essere quelli di un ricompattamento di tutto il gruppo dentro il centrodestra. Se così fosse, alle prossime elezioni amministrative comunali avremmo veramente un “centrodestra unito”, non come nel 2019, privo di Fratelli d’Italia.

Rimanendo da quella parte politica, circola voce che l’ex farmacista di Cologna Filiberto Graziani, che ha comunicato di recente la sua candidatura a sindaco, si accasi con “Basta Sprechi” della ex candidata Maria Cristina Felisati, sempre attiva sul territorio comunale ma che fino ad ora non ha mai annunciato di volersi ripresentare.

Sul fronte opposto pare che la lista Insieme per Riva del Po in questa tornata elettorale non abbia diretti rivali di centrosinistra, in quanto è l’unica finora dichiarata. Ci sono però molte cose interne da sistemare al quale è chiamato a risolvere il neonominato canidato sindaco Alberto Bobo Astolfi, attuale vicesindaco.

Bobo è disponibile a confermare l’attuale squadra in campo ma spetta ai protagonisti confermare la loro permanenza. Si parla già di possibili defezioni, ma non per dissidi interni ma per problemi personali, che dovranno essere rimpiazzati. E tra i nomi nuovi spunta quello della serravallese Egle Cenacchi, un passato in politica locale come consigliere, assessore e vicesindaco, insomma, “una esperta del settore”.

Molti simpatizzanti gradirebbero il ritorno di Cristiano Capisani, sindaco per due mandati ed eletto con una larga maggioranza in entrambi i mandati. Secondo indiscrezioni, Capisani ha altri pensieri: vicepresidente del colosso Cidas, pensa al lavoro. È finita l’era Barbieri-Nalli? I due ex assessori si sono dimessi dall’attuale Giunta Zamboni, il primo per lavoro, la seconda per divergenze sull’operato. Astolfi non da nulla per scontato e potrebbe tentare un rientro, almeno di uno dei due. Sempre secondo voci, il nuovo direttivo Comunale del PD soffre di una sofferenza a livello berrese, dove manca una figura locale di spicco, quella che, secondo gli accordi di inizio mandato di Andrea Zamboni, doveva rappresentare il suo sostituto, ora individuato in Astolfi. Rimane il “problema Berra”.

Viaggia a gonfie vele la lista Gente di Riva del Po, con la presentazione dei candidati.

(red)

Visits: 331

Condividi: