RIVA DEL PO – LA SCUOLA MATERNA DI COLOGNA CHIUDE PER LEGIONELLA E IL SINDACO PROPONE, UDITE UDITE, DI UTILIZZARE MOMENTANEAMENTE LA SCUOLA DI SERRAVALLE, SE I GENITORI SONO D’ACCORDO – I GENITORI RINGRAZIANO MA CHIEDONO PERCHE’ I CONTROLLI SONO STATI FATTI SOLO NEL MESE DI OTTOBRE?

Serravalle “Come ho già spiegato – rispondeva il Sindaco Andrea Zamboni a chi chiedeva la riapertura delle scuole – se ci fosse la necessità sarei io il primo ad aprire la scuola di Serravalle, ma lo ha già detto anche l’assessore Silvia Brandalesi, che coordina il gruppo di esperti  (composto da tecnici del comune e del comprensorio scolastico), che non vi è nessuna necessità di spazi fisici aggiuntivi”.

E come “promesso”, ecco riaperte le scuole. Certo. Le condizioni sono ben diverse e sarà solo per un breve, brevissimo periodo di tempo, una soluzione d’emergenza dettata dalla chiusura della scuola materna di Cologna, a causa del ritrovamento di tracce del batterio della Legionella nelle tubature dell’acqua e non dall’emergenza sanitaria in atto, una chiusura che ha messo in difficoltà i genitori, “costretti” a cercare soluzioni alternative.

“Per ora ci siamo affidati ai nonni o parenti – spiega Martina, rappresentante dei genitori – oppure a baby sitter, con conseguenti spese aggiuntive”.

Consapevoli del problema, l’amministrazione comunale, oltre ad avere attivato i controlli sulle tubature (sono coinvolte anche le tubature degli spogliatoi del campo sportivo e della palestra) nonché la sanificazione, ha lavorato a soluzioni alternative. Ed ora, a distanza di pochi giorni dalla chiusura della scuola materna, arriva l’annuncio.

“In accordo con Dirigente Scolastico, ufficio tecnico del comune e ufficio scuola – spiega il sindaco Andrea Zamboni – per non creare ulteriori disagi alle famiglie, si è optato per una soluzione, in attesa che si compiano gli atti dovuti per la messa in sicurezza della scuola di Cologna. Si tratta di spostare i bambini nel plesso di Serravalle, dove esiste un posto dedicato”.

Nello stabile di Serravalle è già presente la scuola materna, che accoglie poco meno di 30 bambini, ma dove appunto lo spazio non manca.

“Perché questo “trasferimento” sia operativo – riprende il sindaco – ci servirà un paio di giorni, per organizzare il tutto”.

Naturalmente questa alternativa sarà proposta a tutti i genitori, che avranno facoltà di accettarla, in quanto i due paesi, Cologna e Serravalle, distano circa 14 chilometri.

“Naturalmente – conclude il sindaco – confido che il tutto venga ripristinato in tempi brevi”. La soluzione sta bene alla rappresentante dei genitori che però vuole andare ugualmente “A fondo della faccenda per trovare il “colpevole” di questa situazione. Se i controlli fossero stati fatti a tempo dovuto non ci troveremmo in questa situazione. Il Cadf era attivo da luglio per fare questi controlli ma sulle nostre scuole sono stati fatti solo a ottobre. La cosa non sta bene a me come agli altri genitori”.

Nel frattempo i tecnici sono al lavoro per sanificare le tubature, non solo della scuola materna ma anche degli spogliatoi del campo di calcio e della palestra, dove i disagi sono minori.

(d.m.b.)

Hits: 331