SERRAVALLE – L’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE HA STANZIATO 2,7 MILIONI DI EURO PER RIFARE L’ASFALTO ALLE STRADE DELLA PROVINCIA – MA I SOLDI SONO FINITI PRIMA DI ARRIVARE DALLE NOSTRE PARTI – LA PROVINCIA: SARA’ PER LA PROSSIMA VOLTA…

Serravalle – Il programma di messa in sicurezza strade della Provincia per il 2020 vede un impegno di spesa poco oltre 2,7 milioni di euro per rifare l’asfalto su quasi 58 chilometri di strade provinciali; di questi, 48,9 sono i chilometri di lavori già terminati, mentre ne restano circa 8,8 per completare il programma di messa in sicurezza per l’anno in corso.

Sono 25 le SP interessate dai cantieri su un totale di circa 850 chilometri di estensione complessiva della rete viaria di competenza provinciale, da Cento fino alla costa. Ma la strada SP12 non entra tra queste.

“Ancora una volta l’amministrazione provinciale di Ferrara dimostra con i fatti che ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B – è il triste commento dei cittadini di Serravalle – e poi ci vengano a scrivere sui midia che non è vero, perché sono tutte fregn…….. Lo dimostrano tutti i giorni, con i fatti, non intervenendo dove c’è bisogno, oppure facendolo con ritardo abissale, a partire dallo sfalcio dell’erba”.

L’attuale lamentela si riferisce alle pessime condizioni in qui si trova da decenni il manto stradale tra Serravalle ed Ariano Ferrarese, soprattutto nell’ultimo tratto verso la frazione mesolana.

“Cresce perfino l’erba sul centro della strada – commentano i cittadini/automobilisti – ci sono dei tratti con avvallamenti pericolosi ma quando ci va bene e come al solito mettono cartelli che abbassano il limite di velocità, tanto per posticipare i tempi di intervento, oppure qualche pezza qua e là”.

“La decisione di intervenire solo su una parte delle 76 strade provinciali di competenza – precisa il “reggente” della Provincia Nicola Minarelli dipende innanzitutto dalla quantità limitata di risorse a disposizione, nonostante gli incrementi recenti da parte dello Stato e la loro stabilizzazione anche nel prossimo futuro che ci consente di programmare i lavori su più anni, e da alcuni criteri di priorità d’intervento, stabiliti in base al grado di pericolosità e approvati dal Consiglio provinciale”.

“E noi non siamo tra questi primi interventi – incalzano i Serravallesi – e quindi “usano” le nostre tasse per aggiustare le strade di altri. Grazie”.

Un ringraziamento ironico, che sembra anche una rassegnazione al fatto che questa parte del “mondo” rimarrà per sempre di serie “B”.

(m.b.)

Hits: 35

Lascia un commento