Recuperato storione dell’Adriatico a Berra – Durante lo svuotamento del bacino irriguo e il rilascio della fauna ittica

Berra. Il 14 ottobre è stato effettuato lo svuotamento del bacino irriguo di Berra e si è proceduto al recupero e rilascio della fauna ittica. Il protocollo seguito e adottato negli ultimi 20 anni, quest’anno ha visto la collaborazione dei tecnici del Consorzio di bonifica di Pianura di Ferrara, dell’Ufficio pesca di Ferrara della Regione Emilia-Romagna, dei volontari della Associazione Asia, in convenzione con il Consorzio Pianura di Ferra, e le associazioni di pescasportivi Obiettivo Pesca di Codigoro e Euro Carp Club di San Giuseppe di Comacchio, e i ricercatori dell’Università di Ferrara.

Una nota di rilievo per quest’anno è stato il recupero di uno storione cobice o adriatico, Acipenser naccarii, specie endemica dell’Adriatico e del Distretto Padano Veneto, protetta da numerose direttive e regolamenti. Lo storione adriatico è stato oggetto di programmi di reintroduzione sia nazionali, come il Life Cobice il Life ConFluPo e locali, attuati dalle regioni che si affacciano sul Po. I dati raccolti negli ultimi anni, proprio in occasione delle attività nel bacino di Berra, indicano un lento trend di recupero della specie che è risultata presente con uno o due esemplari ogni anno.

Quest’anno, l’esemplare di storione adriatico recuperato è risultato in ottime condizioni, del peso di 12 kg e lunghezza 127 cm. Un campione di tessuto prelevato dai ricercatori del Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara sarà inviato ai colleghi dell’Università di Padova per le analisi genetiche che ne potranno confermare l’origine, se da ripopolamenti o da un ceppo selvatico.

(fonte: estense.com)

Hits: 233

Lascia un commento