RO, APPROVATO A MAGGIORANZA IL CONTO CONSUNTIVO DELL’EX COMUNE DI RO – CONTRARIE LE OPPOSIZIONI

Ro. Approvato a maggioranza il conto consuntivo dell’ex Comune di Ro: nessun buco ma un avanzo di 2400 euro. Nella sala consigliare della sede distaccata di Ro e davanti ad uno sparuto numero di cittadini il “nuovo” consiglio comunale di Riva del Po ha approvato questo burrascoso bilancio, con i voti favorevoli della maggioranza e della consigliera di opposizione Serena Occhi, gli altri gruppi hanno votato contro.

Era sicuramente il punto più atteso ma senza sorprese, come discussione. Daniela Simoni, del gruppo “Gente di Riva del Po” ha rimarcato quanto già detto ed espresso più volte in campagna referendaria ed in campagna elettorale, con una nota aggiuntiva: “Il sindaco Andrea Zamboni continua a definire questo passaggio un mero errore di contabilità; io credo invece che sia il frutto di una scellerata amministrazione, approvata da persone che sono presenti in questo consiglio comunale. Per questo sto valutando se presentare una mozione di sfiducia nei confronti di questa maggioranza”.

Evidente una dichiarazione di voto contrario. Poche parole invece sono state espresse dalla capogruppo  “Centrodestra unito per Riva del PoMarianna Lucchin, che si è limitata ad un “no fiducia, no voto favorevole”.

Ripetitive anche le conclusioni del sindaco Zamboni: “Ai tempi della questione riportata dalla Corte dei Conti io avevo già rassegnato le dimissioni”. E poi guarda al futuro. “Invito a non preoccuparci del passato, ma piuttosto del futuro; con le note vicende sui tagli ai contributi per la fusione sarà difficile poter attuare le promesse fatte ai cittadini in campagna elettorale”.

Una seduta ripetitiva che ha portato al già saputo epilogo. Sarà ora la Corte dei Conti a fare il resto su una vicenda che i cittadini, e forse anche gli addetti ai lavori, non sapranno mai tutta la verità.

Guardiamo avanti…………………

(l.c.)

Hits: 12